Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Avellino, madre e figlio trovati senza vita in casa: esclusa la morte violenta

Tra le prime ipotesi l’intossicazione da monossido di carbonio e la pista del suicidio

Immagine d'archivio

Giallo a Pietrastornina, in provincia di Avellino, dove nella serata di ieri i corpi di Virginia Petrone, 72 anni, di Napoli, e del figlio 44enne Marco Spampinato sono stati trovati senza vita in casa. Il cadavere della donna, come riferisce AvellinoToday - era al primo piano dell'abitazione. Al piano di sopra, in camera da letto, c'era invece il cadavere dell'uomo. 

Gli amici dell'uomo hanno dato l'allarme

La macabra scoperta è stata effettuata dai carabinieri della stazione locale al civico 39 di via Ottorino Rizzo. A dare l’allarme sono stati gli amici di Marco, che non avevano più avuto sue notizie. L’auto di Luigi Iglio, Pm presso il tribunale di Avellino, è giunta verso le 20,30, così come quella del comandante della compagnia di Avellino, Niccolò Pirronti, seguito dagli uomini del nucleo investigativo del capitano Quintino Russo. Sono stati proprio loro a eseguire i primi rilievi e interdire la zona in attesa del medico legale. Il medico legale, Elena Piciocchi, è giunto sul luogo della tragedia intorno alle 21 e 30, eseguendo l'esame esterno sui cadaveri. L'autopsia è stata disposta per inizio settimana.

Le ipotesi

Al momento si esclude la pista della morte violenta.  Lo scenario cui si sono trovati davanti gli inquirenti al momento dell’ingresso nella casa lascia aperte due ipotesi, scrive AvellinoToday: suicidio o avvelenamento da stufa a gas. La verità, come spesso accade, potrebbe essere nel mezzo.

Pochi mesi fa, il marito di Virginia e padre di Marco era venuto a mancare. Una morte che aveva gettato nel più profondo turbamento la famiglia. Marco Scampinato, infatti, era seguito dai sanitari dell'Asl di Monteforte da circa cinque anni. I suoi disagi psicologici, però, non erano mai stati violenti, anzi, chi lo conosceva ne parlava come di un uomo estremamente allegro e buono.

Scrive AvellinoToday

"Una ricostruzione plausibile, allora, diventa la possibile morte per cause naturali della donna. Il figlio, nel vedere il corpo esanime della madre e già sconvolto dalle ben note vicissitudini, potrebbe aver deciso di farla finita con il gas. Questa, ovviamente, è solo un'ipotesi. La verità la forniranno gli inquirenti nei prossimi giorni".

Aggiornamenti su AvellinoToday
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avellino, madre e figlio trovati senza vita in casa: esclusa la morte violenta

Today è in caricamento