Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Operato all'intestino, dimenticano pinza nell'addome: muore dopo 2 anni di agonia

Soffriva di dolori lancinanti all’addome, per mesi ha sofferto in silenzio prima di tornare nello stesso ospedale a fare una radiografia: è così che gli hanno trovato dimenticata nella pancia una pinza lunga 18 centimetri

Soffrifa di dolori addominiali lancinanti e continui, tanto da spingerlo al pronto soccorso, a Carrara nello stesso ospedale in cui 4 mesi prima era stato operato all’intestino. E' bastata una radiografia per capire che durante l’intervento uno strumento chirurgico era stato dimenticato nell’addome: nella “foto” una pinza lunga 18 centimetri. Per Stefano Miniati è l’inizio di un calvario. Calvario che, dal dicembre 2014, termina martedì notte quando i medici constatano il decesso del 57enne.

Per far luce sull'ennesimo caso di malasanità è stata presentata dai legali della famiglia una denuncia per omicidio colposo presso la procura apuana: si chiede alle due procure di fare luce su un’eventuale rapporto di consequenzialità tra la dimenticanza della pinza e il successivo aggravarsi della patologia e di verificare se si possano ravvisare, nelle strutture sanitarie, carenze di cure o eventuali errori.

Sarà la procura a decidere se aprire un fascicolo e disporre a l’autopsia per accertare le cause della morte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operato all'intestino, dimenticano pinza nell'addome: muore dopo 2 anni di agonia

Today è in caricamento