Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca Padova

"Andiamo in vacanza": marito e moglie si uccidono in casa, trovati un mese dopo

A dare l'allarme sono stati i vicini, insospettiti dall'odore fortissimo che usciva dall'appartamento dei coniugi a Poggio a Caiano, in provincia di Prato. All'origine del gesto forse delle difficoltà economiche

PRATO - Avevano detto ad amici e parenti che sarebbero partiti per la Bulgaria. Nessuno si era quindi preoccupato quando per qualche tempo non avevano avuto più loro notizie. Dopo più di un mese però, l'odore fortissimo che usciva dal loro appartamento al piano terra di un condominio di via Leonardo da Vinci, a Poggio a Caiano (Prato) ha allertato i vicini, che hanno chiamato i vigili del fuoco.

Dopo aver forzato la porta di ingresso, la macabra scoperta: marito e moglie erano morti. I corpi di Lucio Leonelli, 50enne fiorentino, e di Grazia Spessato, 47enne originaria di Padova, erano distesi sul letto, sul quale è stata ritrovata anche la pistola con cui uno dei due ha ucciso l'altro prima di togliersi la vita.

L'arma era regolarmente denunciata ed era di proprietà della donna, che in passato aveva prestato servizio come guardia giurata per alcune aziende private, mentre il marito era un operaio. I carabinieri che indagano sul caso avrebbero trovato un biglietto con il quale marito e moglie chiedono scusa per il gesto. Secondo gli inquirenti, l'omicidio-suicidio sarebbe avvenuto probabilmente per motivi finanziari. 

La notizia su PadovaOggi

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Andiamo in vacanza": marito e moglie si uccidono in casa, trovati un mese dopo

Today è in caricamento