Domenica, 14 Luglio 2024
Condannato / Napoli

Poliziotta colpita con una pietra in testa e stuprata

Un ragazzo di 24 anni è stato condannato per violenza sessuale e tentato omicidio

Prima l'aggressione, poi lo stupro. È stato condannato a 14 anni di carcere il ragazzo bengalese, ora 24enne, accusato di aver violentato una poliziotta nella notte tra il 19 e il 20 ottobre 2022, nel porto di Napoli. Dopo aver terminato il suo turno di servizio in commissariato, la donna stava andando a recuperare la sua automobile per tornare a casa: sorpresa alle spalle, il ragazzo l'ha prima tramortita colpendola con una pietra in testa e poi ha abusato di lei.

Proprio per questo motivo la procura di Napoli (sostituto procuratore Raffaele Tufano, procuratore aggiunto Raffaello Falcone) ha contestato al 24enne anche il reato di tentato omicidio. Ad emettere la sentenza, giunta al termine di un processo celebrato con il rito abbreviato, è stato il gup Federica Colucci che ha ritenuto l'imputato colpevole di tentato omicidio e violenza sessuale. 

"Voglio esprimere massima solidarietà e comprensione per la giovane agente. Aveva con sé un'arma e vista la gravità della situazione ci sarebbe potuto essere il rischio che potesse utilizzare l'arma in dotazione ma non l'ha fatto, dimostrando di avere grande coraggio e sangue freddo", era stato il commento del penalista Rolando Iorio che ha assunto la difesa dell'uomo dopo l'arresto. "Sarà una difesa tecnica", aveva aggiunto il legale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poliziotta colpita con una pietra in testa e stuprata
Today è in caricamento