Mercoledì, 22 Settembre 2021
Il caso

Diaz, il poliziotto del G8 si difende: "Ho eseguito gli ordini"

Dopo la bufera sul post su Facebook - "Rientrerei alla Diaz mille e mille volte" - Fabio Tortosa fa un parziale dietrofront e spiega: "Le mie parole sono state travisate, critiche incomprensibili"

ROMA - "Le mie parole sono state travisate. Sono stato chiamato ad un'operazione di ordine pubblico alla quale sono intervenuto".

Dopo la bufera che gli è piovuta addosso dopo il post pubblicato su Facebook, Fabio Tortosa, agente del reparto mobile di Roma che partecipò alle operazioni alla Diaz al G8 di Genova, fa una parziale marcia indietro e parla di "critiche incomprensibili".

"Rifarei tutto alla Diaz, noi sappiamo la verità", le frasi che hanno suscitato polemiche. "Non sono stato mai stato coinvolto in nessuna inchiesta, non ho commesso reati", racconta a La Repubblica. "La mia operazione si è svolta secondo i criteri previsti dal regolamento". "Non confermo niente - ribadisce - perché non so neanche qual è la critica: sono stato chiamato ad un'operazione di ordine pubblico alla quale sono intervenuto. Per quella che è stata la nostra realtà operativa, non è successo nulla di quanto sta emergendo in questo periodo. Il massacro non è stato operato né da me né dalle persone che erano al mio contatto visivo".

Insomma, "il nucleo ha rispettato tutte le norme, le leggi e le prassi".

Sulla vicenda in serata è intervenuto anche il presidente del Consiglio. "Da premier e da segretario del Pd il mio impegno è mettere il reato di tortura", ha detto Renzi, intervistato da Primo canale a Genova. "Genova è stata una pagina terribile per quelli della mia generazione, ne porteranno i segni per sempre", ha sottolineato. "Faremo presto chiarezza su fatti di simile gravità. Con tutta la celerità necessaria e con il dovuto rigore, valuteremo il comportamento del poliziotto", ha confermato il ministro dell'Interno Angelino Alfano.

tortosa-2

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diaz, il poliziotto del G8 si difende: "Ho eseguito gli ordini"

Today è in caricamento