rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
SCUOLA / Roma

"Meno caccia F35 più scuola": flash mob dei professori al Ministero dell'Istruzione

Dopo il blitz di domenica 21 ottobre, ancora proteste a Roma contro la legge di stabilità e i tagli a scuola e università

Dopo il primo flash mob a sorpresa di domenica 21 ottobre, professori e docenti sono toranti sotto il Ministero dell'Istruzione, a Roma, per "protestare contro la legge di stabilità che prevede l'aumento delle ore di insegnamento da 18 a 24".

Centinaia di docenti delle scuole medie e superiori domenica mattina sulle gradinate del dicastero hanno scritto "scuola pubblica" con le carote. Un modo, questo, per ricordare la poco felice uscita del ministro Profumo: "Con la scuola, bisogna usare il bastone e la carota".??

"MENO F35" - Con le penne rosse sollevate in aria, libri e compiti in classe tra le mani, i professori chiedono in coro: "scuola pubblica". "Questa settimana c'é stata una campagna di disinformazione sulla legge di stabilità. La Commissione Cultura non ha dato nessun parere sull'aumento delle ore di insegnamento e non è sicuro che questo provvedimento verrà ritirato, come è stato annunciato", ha detto al megafono uno dei coordinatori del movimento degli insegnanti, Alessandro Natalini.

I professori hanno organizzato il flash mob al ministero "senza simboli sindacali o politici". Si sono dati appuntamento attraverso "un tam tam sui social network" e il canale youtube nato in questi giorni "Teacherpridetv". Hanno appesi al collo cartelli con su scritto "Io sono choosy verso i tagli alla scuola: no alle 24 ore", "no al concorso truffa" e, contro i tagli alla scuola, chiedono "meno F35 e più scuola". ?

PRESIDIO SETTIMANALE - Vogliamo che il presidio dei professori davanti al Miur diventi permanente: vogliamo ritrovatrici qui ogni domenica finché non ci sarà chiarezza". Hanno sottolineato i manifestanti. Nuovo appuntamento dunque domenica 4 novembre alle 11.

"Vista la concomitanza con l'anniversario per l'Italia della fine della Prima Guerra Mondiale - spiega uno dei coordinatori, Alessandro Natalini - domenica prossima chiederemo più scuola e meno F35, per i quali si prevede una spesa di 15 miliardi". Al presidio, ricorda Natalini, sono invitati "tutti. Il 10 novembre invece ci saranno manifestazioni cittadine in tutta Italia". (da Roma Today)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Meno caccia F35 più scuola": flash mob dei professori al Ministero dell'Istruzione

Today è in caricamento