rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Da chiarire il movente

Preso a bottigliate e poi colpito in testa con una pietra: così è morto Yassine

Le indagini sul 25enne rimasto vittima di un brutale pestaggio a Brescia. L'uomo fermato dalle forze dell'ordine nega le accuse, si attende l'esito dell'autopsia sul cadavere

Preso a bottigliate e colpito alla testa con una grossa pietra. Sarebbe morto così Yassine Ezzabir, il 25enne di origini marocchine ma residente a Desenzano, rimasto vittima di una brutale aggressione avvenuta domenica sera a Brescia, nell'area verde tra Via Elba e Via Creta. Dopo essere stato tramortito con diversi colpi, il giovane si sarebbe trascinato fino al parcheggio, per poi accasciarsi a terra privo di sensi. Un pestaggio che gli è costato la vita. Il 25enne è stato soccorso e trasferito d'urgenza al Civile di Brescia dove purtroppo è morto il giorno successivo. 

Il giovane arrestato nega tutto

L'allarme è stato lanciato dai residenti, in zona Lamarmora, intorno alle 22. Il presunto aggressore è stato identificato grazie alle testimonianze raccolte e all'analisi delle telecamere di sorveglianza della zona. Si tratta di un 27enne di origini somale che attualmente si trova in stato di fermo. Nelle prossime ore è attesa la convalida dell'arresto. Il 27enne fermato ha negato ogni accusa, anche se avrebbe ammesso di conoscere di vista il 25enne. 

La lite, poi il delitto. Ma il movente è da chiarire

Il movente del delitto non è chiaro. Certo è che domenica sera tra Yassine e il suo aggressore si è scatenata una lite furibonda. Culminata con un omicidio. Le indagini sono affidate ai carabinieri e coordinate dal pm Donato Greco: tra mercoledì e giovedì verrà eseguita l'autopsia sul corpo della vittima. La scientifica dei carabinieri sta inoltre passando al setaccio indizi e tracce: le macchie di sangue trovate sugli indumenti del presunto assassino saranno analizzate già nelle prossime ore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preso a bottigliate e poi colpito in testa con una pietra: così è morto Yassine

Today è in caricamento