Mercoledì, 20 Gennaio 2021
Pistoia

Prete accompagna gruppo di migranti in piscina: insultato su Facebook

Don Massimo Biancalani di Vicofaro, quartiere di Pistoia, è "colpevole" di aver accompagnato in piscina un gruppo di migranti, e ora deve fare i conti con insulti e vandalismo: sono state tagliate le gomme delle biciclette usate in parrocchia

Non solo insulti via social, tra cui i tanti conseguenti all'ampia visibilità data al fatto dal segretario della Lega Nord Matteo Salvini. Don Massimo Biancalani di Vicofaro, quartiere di Pistoia, è "colpevole" di aver accompagnato in piscina un gruppo di migranti, e ora deve fare i conti anche col vandalismo: sono state tagliate le gomme delle biciclette usate dai migranti ospitati in parrocchia.

Tutto per alcune immagini postate dall'uomo di Chiesa su Facebook, una gita in piscina con i ragazzi di origine africana di cui si occupa da mesi, accompagnate dalla frase "Loro sono la mia patria, i razzisti e i fascisti i miei nemici". Quel giorno in piscina era semplicemente un premio per i ragazzi che avevano prestato la loro opera, gratuitamente, come camerieri per una serata di beneficenza.

Matteo Salvini attacca sui social: "Questo Massimo Biancalani, prete anti-leghista, anti-fascista e direi anti-italiano, fa il parroco a Pistoia. Non è un fake, è tutto vero! Buon bagnetto". Il senatore del PD Vannino Chiti replica: "Don Massimo Biancalani, prete pistoiese, ha subito un vergognoso attacco da parte di Salvini e della sua Lega. Altri attacchi e commenti intolleranti e inaccettabili si sono susseguiti negli ultimi giorni. Atti di vandalismo sono stati compiuti contro i migranti che don Massimo ospita, facendogli svolgere attività sociale. Viene contestato perché essendo un prete cerca di attuare il messaggio del Vangelo: predica e pratica l'accoglienza dei migranti, li aiuta a provare a sorridere alla vita. Come tanti preti del resto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prete accompagna gruppo di migranti in piscina: insultato su Facebook

Today è in caricamento