rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Meteo

Dal caldo alla neve in 24 ore: tutta colpa di Cassandra

Da venerdì a domenica in azione un ciclone che porterà il gelo dal Circolo polare artico. Temperature giù di 10 gradi al nord. Neve a 200m in Piemonte, Liguria, Alpi ed Emilia. Nubifragi in Toscana e a Roma

Una perturbazione atlantica - ribattezzata Cassandra - porterà piogge e freddo nel weekend. Venerdì è previsto un rapido aumento della nuvolosità e venti intensi nei bassi strati, con piogge che interesseranno il settore nord-occidentale e successivamente si allargheranno al resto del Paese, insistendo soprattutto sui settori occidentali.

Da domenica generale calo delle temperature, con nevicate sui rilievi settentrionali. Lo comunica la Protezione civile che ha diramato un avviso di allerta meteo

Dalla mattina di venerdì, previste dunque precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale su Liguria, Piemonte e Toscana, in estensione dapprima a Sardegna, Lazio, Abruzzo, Molise e successivamente a Campania, Basilicata e Sicilia. I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. 

Sulla Sardegna si prevedono, inoltre, venti forti dai quadranti occidentali, con rinforzi fino a burrasca o burrasca forte, e mareggiate lungo le coste esposte. 

ALLERTA IN TOSCANA. A partire dalle prime ore di venerdì tutta la Toscana sarà interessata da precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale, con fenomeni temporaleschi che potranno risultare intensi. Per questo la Sala operativa unificata della protezione civile regionale (Soup) ha emesso un'allerta meteo, di criticità moderata, valida dalle ore 13 di domani fino alle 23.00 di sabato per le zone nord occidentali della regione e in particolare per i bacini di Magra, Versilia, Serchio e Basso Serchio. Le piogge risulteranno in estensione, a partire dalla mattina di venerdì, dalla costa alle zone interne e saranno più intense e persistenti sulle zone nord occidentali, dove potranno assumere carattere temporalesco. Sabato ancora condizioni di marcata instabilità con precipitazioni diffuse a prevalente carattere di rovescio o temporale. I fenomeni risulteranno più intensi e persistenti ancora sulle zone di nord ovest. Per i fenomeni previsti, informa la Soup, sono possibili allagamenti diffusi nelle aree depresse dovuti a ristagno delle acque, a tracimazioni dei canali del reticolo idrografico minore e all'incapacità di drenaggio da parte della rete fognaria dei centri urbani. Sarà possibile anche l'innalzamento dei livelli idrici nei corsi d'acqua con conseguenti possibili inondazioni localizzate nelle aree contigue all'alveo. Infine, c'è la possibilità di frane e smottamenti nelle zone ad elevata pericolosità idrogeologica.

NUBIFRAGI A ROMA. Il Dipartimento Nazionale della Protezione civile ha emesso un bollettino di condizioni meteorologiche avverse, precisando che ''dal pomeriggio-sera di domani, venerdì 26 ottobre si avrà uno progressivo e spiccato peggioramento delle condizioni meteorologiche, con: precipitazioni che a partire dalla serata/nottata di venerdì 26 e per gran parte della giornata di sabato 27 assumeranno carattere diffuso e persistente, manifestandosi per lunghi tratti a prevalente carattere di rovescio o temporale e dando quindi luogo a ripetuti scrosci di forte intensità; venti meridionali in intensificazione fino a tesi nel pomeriggio-sera di venerdì, in rotazione da sud-ovest sabato ed in ulteriore decisa intensificazione fino a forti con raffiche di burrasca specie sul settore litoraneo''. Lo comunica il Campidoglio in una nota. 

COSA FARE IN CASO DI ALLAGAMENTI. La Protezione civile del Campidoglio, che ha messo in preallerta le proprie strutture operative, ricorda che, "nel corso di temporali di forte intensità è necessario adottare i seguenti comportamenti di autotutela: limitare gli spostamenti a quanto di effettiva necessità, ponendo al sicuro i propri veicoli in zone non raggiungibili da eventuali allagamenti, anche per agevolare gli interventi di soccorso. In caso di allagamenti per i quali si renda indispensabile abbandonare la casa, chiudere il rubinetto del gas, dell'acqua e il contatore della corrente elettrica purchè tali dispositivi non siano collocati in locali inondabili". "In caso di allagamenti rinunciare a mettere in salvo qualunque bene o materiale e trasferirsi subito in ambiente sicuro. Porre paratie a protezione dei locali situati al piano strada e chiudere o bloccare le porte di cantine o seminterrati - prosegue la nota - Non avventurarsi su ponti o in prossimità di corsi d'acqua. Aiutare anziani, bambini e persone diversamente abili. Prestare attenzione alle indicazioni e messaggi divulgati dall'Autorità, mediante radio, tv e da tutte le fonti di informazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal caldo alla neve in 24 ore: tutta colpa di Cassandra

Today è in caricamento