Domenica, 1 Agosto 2021
Processo Meredith

Processo Meredith, la Cassazione: "Mancano prove oltre ogni dubbio"

Depositate le motivazioni dell'assoluzione. I giudici: "Clamorose amnesie investigative. Sul luogo del delitto non ci sono tracce biologiche dei due imputati". I pc della Knox e della vittima "sono stati, incredibilmente, bruciati da improvvide manovre degli inquirenti".

Insufficienza di prove. A carico di Amanda Knox e Raffaele Sollecito è mancato un "insieme probatorio" contrassegnato "da evidenza oltre il ragionevole dubbio". Lo scrive la Cassazione nelle motivazioni della sentenza del marzo scorso che ha assolto i due imputati. 

Secondo i giudici il processo Meredith ha avuto "un iter ondivago, le cui oscillazioni sono, però, la risultante anche di clamorose defaillance o 'amnesie' investigative".

Nelle motivazioni viene inoltre indicato come dato "di indubbia pregnanza" la "assoluta mancanza di tracce biologiche a loro riferibili nella stanza dell'omicidio o sul corpo della vittima".

In punta di diritto, va dunque esclusa "la loro partecipazione materiale dell'omicidio pur nell'ipotesi della loro presenza nella casa di via della Pergola". 

I riflessi internazionali della vicenda, argomentano i giudici, non hanno "certamente giovato alla ricerca della verità" provocando una "improvvisa accelerazione" delle indagini "nella spasmodica ricerca" di colpevoli "da consegnare all'opinione pubblica internazionale". 

LE INDAGINI DELLA POLIZIA - La Cassazione definisce una "opzione assai discutibile" da parte della Scientifica, quella "di privilegiare l'indagine volta all'individuazione del profilo genetico nelle tracce repertate sul coltello, piuttosto che accertarne la natura biologica, dato che l'esigua quantità dei campioni non consentiva un doppio accertamento". 

ERRORI INCREDIBILI - La Cassazione sottolinea poi che sarebbe inutile processare nuovamente i due imputati, visa l'impossibilità oggettiva" di condurre ulteriori accertamenti che "possano dipanare i profili di perplessità, offrendo risposte di certezza".

Nelle motivazioni viene poi rilevato che i pc della Knox e della vittima "che forse avrebbero potuto dare notizie utili, sono stati, incredibilmente, bruciati da improvvide manovre degli inquirenti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Meredith, la Cassazione: "Mancano prove oltre ogni dubbio"

Today è in caricamento