Domenica, 17 Ottobre 2021
Costa Concordia / Grosseto

Schettino ai naufraghi: "Non odiatemi, vi ho salvato la vita"

Continuano a far discutere le parole del comandante della Costa Concordia nel processo sul disastro del Giglio. Intanto 2 passeggeri su 3 hanno accettato il risarcimento proposto dalla compagnia: circa 14mila euro

"Non ce la dovete avere con me: io, con la mia manovra, ho salvato la vita a voi e a tantissimi passeggeri". Così il comandante della Costa Concordia, Francesco Schettino, dall'aula di Grosseto dove è in corso il processo sul naufragio del Giglio si è rivolto a una coppia di coniugi tedeschi sopravvissuti al disastro.

IL RACCONTO DEI SUPERSTITI. "Io ho detto a Schettino - ha raccontato Michael- che mia moglie Angelika, qua presente, è stata male quella notte perché non sa nuotare. Ma lui ha replicato di aver fatto la manovra che ha consentito di salvarci la vita. Ha fatto capire che era stata la sua manovra a evitare una tragedia di più ampia portata".??

Come avete visto Schettino in aula? "All'inizio ero molto arrabbiata con lui - ha risposto Angelika - ma oggi che l'ho visto di persona ho in parte cambiato opinione". Per la superstite, l'ex comandante "ha dimostrato di avere un lato umano e mi è sembrato più simpatico, mentre prima mi sembrava molto più scostante e antipatico".

Secondo il racconto della coppia, Schettino ha poi detto che "deve essere riportata la verità, ma le cose che vengono sostenute dai periti non sempre sono esatte ed è per questo che è venuto al processo: vuole che venga fuori la vera verità".??

RISARCIMENTO DI 14 MILA EURO. Circa due passeggeri su tre che erano a bordo della Costa Concordia, la sera del naufragio in cui persero la vita trentadue persone, hanno accettato i risarcimenti proposti da Costa Crociere. Lo riferiscono fonti della stessa compagnia, a margine dell'incidente probatorio in corso a Grosseto.??Nel dettaglio, il 67% dei naufraghi ha accettato i risarcimenti, per lo più corrispondenti a 14 mila euro, ma con variazioni a seconda dei singoli casi. 

SOLO IL 10% RIFIUTA RISARCIMENTO. Per il 23% dei naufraghi, invece, ancora non si è giunti ad un accordo, mentre è soli il 10% ad aver deciso di andare fino in fondo. Quanti hanno accettato o accetteranno i risarcimenti, viene spiegato, rinunciano di fatto a costituirsi parte lesa nel procedimento che vede indagate nove persone oltre all'ex comandante Francesco Schettino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schettino ai naufraghi: "Non odiatemi, vi ho salvato la vita"

Today è in caricamento