Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Processo Yara, oggi la requisitoria per Bossetti: rischia l'ergastolo

Il muratore di Mapello, in carcere da quasi un anno, è stato presente a tutte le udienze. Dopo sei anni di indagini, oggi il pm formulerà la richiesta di condanna

La sentenza potrebbe arrivare il 10 giugno

Siamo alle fasi finali del processo cominciato lo scorso luglio: si tiene oggi in tribunale a Bergamo la requisitoria del pm Letizia Ruggeri contro Massimo Bossetti, il muratore di Mapello indagato nel caso della scomparsa di Yara Gambirasio, avvenuta il 26 novembre 2010. La sentenza potrebbe arrivare il 10 giugno.

E' probabile che per Bossetti l'accusa chieda l'ergastolo per omicidio aggravato dalle sevizie e dalla crudeltà. L'imputato, in carcere da quasi un anno, è stato presente a tutte le udienze. Si è sempre proclamato innocente e in aula ha evocato il complotto ai suoi danni lanciando pesanti accuse. "Qui hanno mentito tutti".

"E’ dal giorno del mio arresto che mi chiedo come sono finito in questa vicenda, visto che non ho fatto niente e voi lo sapete", ha detto Bossetti. L'alibi per quel maledetto 26 novembre di sei anni fa ancora non c'è. "Dov'era quel giorno?", "Mi ricorderei quel giorno solo se fosse successo un evento specifico. Quel giorno lo ricorderebbe bene un colpevole. Io, da innocente, non ci riesco". L'imputato ricorda bene, però, le ore successive al suo fermo: "Pensai che Yara Gambirasio era stata uccisa per mettermi nei guai". Il carpentiere lo ha detto quando il pm Ruggeri gli ha chiesto per quale ragione volle essere interrogato e disse di sospettare del collega Massimo Maggioni, ai danni del quale è imputato per calunnia. “Era una detenzione devastante, cruda – ha aggiunto – e io pensai alle persone che avevo vicino in cantiere”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Yara, oggi la requisitoria per Bossetti: rischia l'ergastolo

Today è in caricamento