rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
ECONOMIA

Crolla la produzione industriale: oggi come nel 1990

I dati dell'Istat mostrano un tracollo a livello di quantità di beni prodotti: -6,7% rispetto a 2011, si torna indietro di oltre vent'anni

ROMA - Economia italiana a motori spenti nel 2012: l'indice della produzione industriale ha segnato una diminuzione del 6,7% rispetto all'anno precedente, il dato più basso dal 2009.

Lo ha comunicato l'Istat. Ma Confindustria ha stimato un lieve incremento dello 0,2%, su base mensile, a gennaio, anche se, si legge nella nota, si delinea per il primo trimestre una sostanziale debolezza dell'attività.

Secondo quanto comunicato dall'Istat, erano oltre 20 anni, 22 per la precisione, che il volume della produzione industriale italiana non toccava un livello così basso. Secondo i dati nel 2012 l'indice grezzo della produzione industriale, cioè il volume della produzione, nella media annua del 2012, è risultato pari a 82,9: si tratta del livello più basso da almeno il 1990.

Dal canto suo, il centro studi di Confindustria ha stimato a gennaio al -24,9% la distanza dal picco pre-crisi (aprile 2008). A gennaio la variazione congiunturale acquisita è stata di +0,1% e gli indicatori qualitativi anticipatori sono stati coerenti con il proseguire di una dinamica modesta della produzione anche nei prossimi mesi.

Infatti, la componente ordini del pmi manifatturiero è migliorata, pur restando in territorio recessivo (45,5 da 44,3 di dicembre); quella relativa agli ordini esteri è ritornata in area espansiva (>50) per la prima volta da ottobre (indice a 50,7 da 49,7), grazie alle maggiori commesse provenienti dai mercati emergenti, dal Nord Europa e dagli Usa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crolla la produzione industriale: oggi come nel 1990

Today è in caricamento