rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
L'aggressione / Parma

La prof inseguita per strada, insultata e presa a sassate dagli studenti

È successo a Parma, nel quartiere Montanara

Una professoressa di una scuola secondaria di primo grado di Parma è stata presa di mira da alcuni suoi studenti di seconda media, prima con insulti verbali durante la lezione e poi con il lancio di un sasso. Secondo i primi riscontri, il gruppetto di ragazzi avrebbe seguito l'insegnante fuori dall'istituto, per le strade del quartiere Montanara, continuando a prenderla in giro. A un certo punto uno studente avrebbe lanciato un sasso mirando alla testa della donna che, per pochi centimetri, sarebbe riuscita a schivare.

Dopo l'aggressione, la docente ha presentato un esposto alla questura di Parma, affinché la procura della Repubblica possa individuare eventuali profili di responsabilità, per la cosiddetta "colpa in educando", a carico dei genitori dei minori interessati. Su suggerimento del sindacato Gilda degli insegnanti di Parma e Piacenza, inoltre, ha formalizzato agli uffici competenti dell'amministrazione scolastica la richiesta di essere patrocinata dall'avvocatura dello Stato, "non solo per i profili penali ma anche per la responsabilità civile a carico dei soggetti responsabili delle azioni dei loro figli".

La "colpa nell'educare" è l'espressione usata per indicare il criterio di imputazione della responsabilità dei genitori e del tutore per i danni provocati dal fatto illecito commesso dai figli minori o dalle persone soggette a tutela (in caso di coabitazione). Genitori e tutori sono esonerati dalla responsabilità se provano di non aver potuto impedire, in concreto, il fatto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La prof inseguita per strada, insultata e presa a sassate dagli studenti

Today è in caricamento