rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
Affare milionario / Roma

Profughi in fuga dalla guerra sfruttati nella fabbrica di sigarette di contrabbando

Scoperto uno stabilimento di "bionde" taroccate. Dentro c'erano tutti i macchinari per la produzione. Gli operai erano costretti in locali senza ricambio d'aria e sottoposti a turni massacranti

Una vera e propria fabbrica di sigarette di contrabbando è stata scoperta dalla guardia di finanza a Pomezia, in provincia di Roma. Nella struttura lavoravano, in condizioni di sfruttamento, dieci operai. Quattro di loro erano arrivati in Italia da poco fuggendo dall'Ucraina in guerra e si sono ritrovati rinchiusi nello stabilimento in condizioni di degrado.  Superano le 82 tonnellate i tabacchi lavorati e le confezioni di "bionde" trovate dalla guardia di finanza. 

Turni massacranti e niente aria

Secondo gli inquirenti, i lavoratori - di nazionalità russa, moldava e ucraina - erano sottoposti "a turni massacranti e costretti a lavorare in un ambiente malsano  con finestre murate e senza sbocchi all’esterno per i fumi di lavorazione".

sigarette contrabbando-3-2-2

Un affare da 19 milioni

La fabbrica era attrezzata con tutti i macchinari e i materiali necessari alla linea di produzione di sigarette di contrabbando. In particolare, ammontano a oltre 44 tonnellate le sigarette già confezionate e a 38 quelle di tabacco lavorato estero destinato a essere utilizzato per la produzione di "bionde". Dalla finanza spiegano che "si tratta del più ingente quantitativo di generi di contrabbando sequestrati negli ultimi anni sul territorio nazionale". Si stima che se vendute le sigarette avrebbero comportato un’evasione d’imposta di oltre 19 milioni di euro.

Il titolare dell’impresa è stato arrestato e portato in carcere. Deve rispondere di contrabbando, contraffazione, intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, mentre la merce sequestrata sarà destinata alla distruzione. Le istituzioni locali hanno messo a disposizione dei lavoratori alcune strutture come alloggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profughi in fuga dalla guerra sfruttati nella fabbrica di sigarette di contrabbando

Today è in caricamento