Sabato, 10 Aprile 2021
Firenze

"Mi vuoi sposare?". La proposta di Edoardo in ospedale, Chiara muore due giorni dopo

La donna lottava da 20 mesi contro un cancro al seno. Ieri i funerali a Fucecchio (Firenze). Lo struggente post del fidanzato: "Come si può essere felici in questa situazione ? Tu lo eri. Avevi una luce divina"

Un fermo immagine del video

"È da una settimana che volevo dirtelo, ma mi sembrava sempre di sbagliare il giorno, di sbagliare tutto". Poi estrae una piccola scatola blu dalla tasca dei pantaloni, si abbassa la mascherina e le porge l’anello sfoderando un sorriso contagioso: "Mi vuoi sposare?". Lei quasi non ci crede. Si copre gli occhi, lo guarda emozionata: "Ma che dici? Ma che sei scemo!".  E poi: "Amore scusa se più felice non posso". Il suo è ovviamente un sì anche se per Chiara ed Edoardo il giorno delle nozze non è mai arrivato. La donna, malata terminale, si è spenta due giorni dopo per un cancro al seno. Aveva 35 anni.

Come riferisce "Il Tirreno", ieri a Fucecchio (Firenze) è stato il giorno dei funerali. In cielo sono stati fatti volare dei palloncini bianchi perché il bianco è il colore dell’abito da sposa.

Dopo la sua scomparsa, Edoardo ha pubblicato su facebook il video della proposta di matrimonio. Un momento così intimo e speciale che lui ha voluto condividere con il mondo perché, spiega, "il mondo deve sapere che per quanto la morte sia disperazione, per quanto cerchi di distruggerti con una codardia senza precedenti... con noi non ce l’ha fatta. Noi, INSIEME, abbiamo fatto questo. Gli abbiamo sorriso in faccia".

Un post struggente quello condiviso dal fidanzato di Chiara. "Sembrava veramente triste questa storia. Allora mi sono fermato e ho pensato che tu, durante la malattia, non sei mai stata triste. Non perché non capissi la situazione, ma perché sapevi che la tua tristezza mi avrebbe inevitabilmente contagiato. E hai sempre sorriso e lottato e brillato". Difficile aggiungere qualcosa alle sue parole. Le riportiamo integralmente. 

"Stamani mi sono svegliato. Ho dormito dopo non so quanti giorni. Ho fatto colazione, da solo. Cornetto alla crema e cappuccino. Ho pianto, di nascosto, nella doccia, proprio come facevo a casa perché sennò ti saresti arrabbiata. Fuori c’e’ il sole che brilla e un leggero vento mi accarezza la pelle. Ho aperto i social dopo tanto tempo, una cosa che due tipi come noi facevano ogni istante. Ho visto tanti messaggi, più o meno belli, di tante persone. Sembrava veramente triste questa storia. Allora mi sono fermato e ho pensato che tu, durante la malattia, non sei mai stata triste. Non perché non capissi la situazione, ma perché sapevi che la tua tristezza mi avrebbe inevitabilmente contagiato. E hai sempre sorriso e lottato e brillato.
Questo è stato il tuo momento felice, anzi nostro. Come si può essere felici in questa situazione ?
Tu lo eri. Il video lo dimostra.
Mi hai detto: “Scusami, non ho le forze di essere più felice di così”.
Ma io l’ho visti tuoi occhi, erano carichi di una luce divina.
A che cosa sarebbe servito scrivere qui se non ad aumentare la disperazione?
Ho fatto e scritto sempre tutto quando tu eri lì accanto a me. Oggi ho visto troppa tristezza in giro. Scritta , parlata, pensata.
Oggi il sole splende.
Ho pensato che questo doveva essere il nostro momento, il nostro “segreto”. Ma in questo oceano di tristezza questo video è la prova di quello che io ho sempre pensato. L’Amore Vero vince sempre. Vince su tutto. E’ una forza davvero straordinaria, più di una medicina, più della cura. Nessuno lì dentro riusciva a farti sorridere. Solo questo, solo l’Amore. Si l’Amore scritto maiuscolo. Allora penso sia giusto condividerlo con il mondo. Il mondo deve sapere che per quanto la morte sia disperazione, per quanto cerchi di distruggerti con una codardia senza precedenti... con noi non ce l’ha fatta. Noi, INSIEME, abbiamo fatto questo. Gli abbiamo sorriso in faccia.
Adesso che tutti vedono, capiscono veramente che cosa eravamo e che cosa siamo.
Ieri, oggi, domani... ci sarà il sole. Sarà solo più difficile scorgerlo. Farò sempre colazione con cappuccino e cornetto alla crema.
Domani ti saluteremo tutti insieme. Perché io non sono solo. Ho una promessa da mantenere, ho te, ho un esercito alle mie spalle. Abbiamo solo rimandato qualcosa. Non sono troppo triste, te non saresti d’accordo.
Adesso so che se l’amore è vero Amore, niente può separare due persone fatte per stare insieme.
TI AMO ??".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mi vuoi sposare?". La proposta di Edoardo in ospedale, Chiara muore due giorni dopo

Today è in caricamento