rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Le immagini / Napoli

La protesta sul tetto contro il taglio del reddito di cittadinanza

I disoccupati occupano il tetto di Palazzo Reale a Napoli

Tornano in piazza a Napoli i disoccupati organizzati appartenenti alle sigle "Movimento di lotta 7 novembre" e "Comitato vele Scampia 167". In circa duecento sono partiti da piazza Cavour e si sono spostati per le vie del centro, creando non pochi disagi al traffico cittadino. Alcuni manifestanti si sono arrampicati sul tetto di Palazzo Reale, in piazza del Plebiscito, prima di raggiungere la prefettura.

Gli striscioni esposti sono contro i tagli al reddito di cittadinanza da parte del governo Meloni e l'assenza di politiche attive per l'inserimento nel mondo lavorativo. I disoccupati hanno manifestato già altre volte contro il taglio del sussidio e l'introduzione della "Mia", la misura di inclusione attiva che dovrebbe portare il contributo per gli occupabili da 500 a 350 euro al mese, riducendone anche la durata da 18 a 12 mesi.

Un gruppo di disoccupati organizzati aderenti alla sigla Movimento di lotta-disoccupati "7 novembre" ha letteralmente scalato l'ex reggia borbonica, occupando i tetti. Contemporaneamente un altro corteo di disoccupati ha bloccato le vie del centro storico, scendendo dal Museo archeologico nazionale verso piazza Matteotti e passando anche per la centralissima via Toledo, fino poi a raggiungere piazza del Plebiscito, dove si trova anche la prefettura. A peggiorare la situazione viabilità anche i numerosi cantieri aperti in vista del giro d'Italia, che arriverà nel capoluogo il prossimo 13 maggio.

Chiedono "lavoro utile sociale o salario garantito". Nei giorni scorsi già si erano verificati scontri tra le forze dell'ordine e i disoccupati che chiedevano di entrare all'interno di Palazzo San Giacomo, sede dell'amministrazione comunale.

disoccupati protesta reddito di cittadinanza napoli foto da facebook

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La protesta sul tetto contro il taglio del reddito di cittadinanza

Today è in caricamento