Mercoledì, 23 Giugno 2021
Francia

Eva, uccisa e fatta a pezzi per un debito di seimila euro

Francia sotto choc dopo il cruento omicidio di una ragazza di 23 anni a Tolosa. Indagati quattro studenti: avrebbero tentato di far sparire il corpo ispirandosi a Breaking Bad

Un delitto atroce e dai contorni oscuri. La Francia è sotto choc dopo la morte di Eva B., ragazza di 23 anni il cui cadavere fatto a pezzi è stato ritrovato all'interno di un box in plastica in un appartamento di Tolosa.

Ma quanto sta emergendo nelle ultime ore, se possibile, è ancora più inquietante del delitto. Il movente dell’omicidio sarebbe infatti legato allo spaccio di droga: secondo gli inquirenti Eva sarebbe stata uccisa per un debito di seimila euro.

Le indagini si sono concentrate su quattro studenti di età compresa tra i 19 e i 22 anni: da qualche mese avevano iniziato a spacciare, e si sospetta che la stessa vittima fosse coinvolta in qualche modo nei loro traffici. Tanto che avrebbe contratto con loro un debito di 6mila euro.

La notte del 3 agosto i quattro (tre ragazzi e una ragazza) raggiungono Eva nel suo appartamento dopo aver assunto speed e atropina: nasce una lita che degenera nel sangue.

Eva è stata colpita con un piede di porco e mazze da basball. I quattro le hanno fracassato completamente il cranio. Poi hanno tentato di far sparire il corpo. Secondo Le Figaro, che probabilmente riporta un’ipotesi degli inquirenti, i quattro avrebbe comprato acido cloridrico e polietilene, ispirandosi alla serie tv Breaking Bad. Secondo i media francesi, la madre della vittima non aveva notizie della figlia dal 28 luglio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eva, uccisa e fatta a pezzi per un debito di seimila euro

Today è in caricamento