Sabato, 19 Giugno 2021
Milano

Ragazza trovata legata al letto: era stata segregata in casa e massacrata di botte

A denunciare l'episodio è stata la stessa vittima, una 27enne brasiliana, che ha accusato il compagno di averla sequestrata per tre giorni. La giovane sarebbe riuscita a chiedere aiuto approfittando di un attimo di distrazione del presunto aguzzino. I fatti a Milano, in un appartamento di piazzale Loreto

Ambulanze al Pronto Soccorso dell'Ospedale Maggiore Policlinico di Milano. Foto di repertorio non riferita al contenuto dell'articolo. ANSA / PAOLO SALMOIRAGO

Immobilizzata al letto per tre giorni e costretta a subire le botte fidanzato. È quanto ha raccontato alle forze dell'ordine una ragazza brasiliana di 27 anni trasportata al pronto soccorso dopo essere stata salvata da un'amica avvertita con un messaggio sul cellulare dalla stessa vittima. I fatti sarebbero avvenuti in un appartamento di piazzale Loreto, a Milano, dove la giovane viveva con il suo compagno. La donna sarebbe rimasta per tre giorni in balia del presunto aguzzino finché, approfittando di un attimo di distrazione dell'uomo, sarebbe riuscita a chiedere aiuto.

Milano: la ragazza sequestrata in casa e picchiata dal fidanzato

L'allarme è scattato intorno alle 15.45 di giovedì, quando la 27enne ha scritto all'amica dicendo di essere in pericolo. A quel punto la donna l'ha raggiunta nell'abitazione, un monolocale preso in affitto dalla coppia. Appena ha citofonato, l'uomo ha aperto la porta ed è fuggito via dall'appartamento senza dire una parola. Dentro, legata al letto, c'era invece la vittima, che aveva addosso evidenti segni di violenza, soprattutto sul volto, con gli occhi tumefatti e ferite ben visibili. La giovane è stata soccorsa dai medici del 118, dai carabinieri del nucleo Radiomobile e assistita dagli specialisti del servizio anti violenza. Trasportata in condizioni serie al Policlinico di Milano, ha raccontato ai militari l'incubo vissuto nelle ultime 72 ore: stando alla sua versione dei fatti, il compagno l'avrebbe legata al letto per tre giorni, segregata in casa e massacrata di botte.

Davanti alle forze dell'ordine la donna ha avuto il coraggio di denunciare almeno un altro episodio di violenza avvenuto in passato per mano della stesso uomo che una notte l'avrebbe legata al suo polso con una corda per evitare che fuggisse. L'aggressore, che da quanto si è appreso sarebbe connazionale della vittima, non è stato ancora trovato. Sul caso indagano i carabinieri del Radiomobile e dai militari della stazione Garibaldi che hanno raccolto la denuncia della vittima e adesso stanno dando la caccia al presunto aguzzino.

Bologna, 22enne sequestrata e ridotta in schiavitù

Intanto un'altra storia di violenza e sopraffazione arriva da Bologna dove la Squadra mobile della Polizia ha eseguito "un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un intero nucleo familiare, composto da quattro persone". I quattro, spiega la Questura in una nota, sono ritenuti gravemente indiziati di aver sequestrato e ridotto in servitù una ragazza serba di 22 anni, "attirata in Italia con la falsa promessa di matrimonio per poi essere sottoposta a vessazioni ed angherie". Ulteriori particolari sul caso saranno forniti nel corso della giornata. 

La ragazza di 22 anni che ingerisce del detersivo per salvarsi dalla schiavitù di una famiglia

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazza trovata legata al letto: era stata segregata in casa e massacrata di botte

Today è in caricamento