rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
L'incubo / Brescia

La ragazzina violentata per anni dal fratello più grande: ha raccontato tutto al fidanzato

Orrore in famiglia. Al via il processo per violenza sessuale aggravata

L'orrore tra le mura di casa sarebbe proseguito per anni. All'epoca dei primi fatti, quando tutto è cominciato, lei aveva 15 anni. Sarebbe stata violentata dal fratello maggiore - di circa vent'anni più grande di lei - come "pegno" per averla aiutata ad arrivare in Italia, dal Ghana. Spaventata e in balìa dell'autorità fraterna, la ragazzina avrebbe subìto in silenzio per almeno tre anni fino alla decisione di scappare di casa e raccontare tutto al fidanzato, fino a quel momento ignaro di tutto. Poi le indagini, e ora il processo a Brescia. In aula sono già state sentite le amiche ed ex compagne di scuola della ragazza, oggi poco più che ventenne: a giugno sarà chiamato anche il fratello, comunque già presente in tribunale, accusato di violenza sessuale aggravata.

Secondo quanto ricostruito finora dagli inquirenti, e confermato anche dalle testimonianze ad oggi raccolte, l'uomo si sarebbe finto il padre della ragazza per ottenere così il ricongiungimento e farla rimanere in Italia. Una volta arrivata in provincia di Brescia, avrebbe approfittato di lei costringendola a rapporti sessuali contro la sua volontà, fino a due volte la settimana secondo le accuse.

In casa per anni sarebbe stata trattata malissimo: non poteva uscire, doveva occuparsi dei mestieri e dei figli del fratello, sempre al servizio di quest'ultimo. Fino alla fuga con cui ricostruirsi una vita. La ragazza ha denunciato tutto ai carabinieri che hanno avviato alle indagini: gli atti, condivisi con la procura, hanno portato al rinvio a giudizio. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La ragazzina violentata per anni dal fratello più grande: ha raccontato tutto al fidanzato

Today è in caricamento