Domenica, 18 Aprile 2021
Milano

Rapine violenti ai tassisti, fermati due giovani: stavano per partire per il Salento

I malviventi si fingevano clienti e poi rapinavano i tassisti, puntando loro un coltello alla gola e portandosi via denaro e effetti personali

Due ragazzi sono stati fermati dalla polizia con l’accusa di essere gli autori delle rapine vilente del 10 e 12 agosto scorso nei confronti di alcuni tassisti a Milano. Un terzo complice, visibile nei video delle rapine, non è ancora stato rintracciato. 

M.B.T. (italiano di 22 anni) e N.M.A.S. (egiziano nato a Milano di 27 anni, regolare sul territorio, residenti nel quartiere Quarto Oggiaro e già gravati da precedenti specifici, sono stati bloccati dal personale della Squadra Mobile di Milano e del Commissariato “Quarto Oggiaro”, alla stazione di Rogoredo mentre stavano per scappare a bordo di un treno diretto in Salento.

Secondo quanto riportato dagli investigatori, in occasione delle rapine, fingendosi clienti, avevano chiesto di essere trasportati sino in prossimità del quartiere dove risiedono e, una volta terminata la corsa, uno aveva il compito di bloccare l’autista puntandogli un coltello alla gola e gli altri due di appropriarsi del denaro e degli effetti personali delle vittime.

In un video ripreso dalla videocamere di sicurezza montata sul taxi, un tassista prova a supplicare i malviventi di non derubarlo (“Siete dei vigliacchi, vi prego, non fatemi questo, non guadagno niente, quello mi serve) loro lo minacciano più volte di morte. 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapine violenti ai tassisti, fermati due giovani: stavano per partire per il Salento

Today è in caricamento