rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Violenza gratuita / Napoli

Tirapugni e mazze di legno: 13enne accerchiato da 20 persone e massacrato di botte

Una ragazzina ha assistito alla scena e le sue urla non sono bastate per allontanare il branco. Indagano i carabinieri

Senza neanche accorgersene è stato accerchiato da più persone e colpito con mazze e tirapugni. Uno studente di 13 anni è finito in ospedale con un trauma cranico e contusioni dopo avere subito un brutale pestaggio domenica sera in un parco comunale di San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, il ragazzino è stato accerchiato da una ventina di giovani ed è iniziato l'incubo: prima gli spintoni e poi le violenze vere e proprie anche con mazze di legno e mazze ferrate. Una ragazzina ha assistito e ha urlato terrorizzata ma non è bastato a fermare il branco. Il tredicenne è stato quindi abbandonato per terra e i soccorritori lo hanno portato all'ospedale Santobono di Napoli. Sull'episodio sono in corso le indagini, portate avanti anche visionando le immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti in zona. 

Un episodio simile è accaduto nei giorni scorsi alla stazione di Reggio Emilia. In quel caso i presunti aggressori sono stati identificati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tirapugni e mazze di legno: 13enne accerchiato da 20 persone e massacrato di botte

Today è in caricamento