rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Cosa sappiamo / Ancona

Apre la finestra della scuola e si lancia nel vuoto: aveva preso 2 in matematica

Prima della tragedia il 14enne avrebbe lasciato un ultimo messaggio sul quaderno. Troppa la vergogna per quel brutto voto preso davanti ai sui compagni di classe

Un'interrogazione di matematica andata male. Un voto, quel 2 preso sabato mattina 17 febbraio davanti ai compagni, ha mandato in tilt la sua testa e ha improvvisamente spento la sua voglia di vivere. Lo studente, un 14enne anconetano, si è sentito umiliato e così mentre la docente stava parlando con alcuni studenti ha aperto la finestra della scuola e si è buttato giù. Per fortuna la caduta dal terzo piano è stata attutita dall'erba alta e bagnata.

Prima di compiere il folle gesto lo studente avrebbe aperto il suo quaderno e scritto alcune parole per salutare chi gli voleva bene, racconta AnconaToday. Quel giudizio negativo lo aveva lacerato e la paura di doverlo dire ai suoi genitori avrebbe poi fatto scattare l'estremo gesto. Un voto che sentiva come un vero e proprio fallimento: un macigno impossibile da sostenere.

Studenti e professori hanno assistito in lacrime ai primi soccorsi e al trasporto del 14enne in ospedale. "Mi trovavo in classe al piano di sotto, sono uscita e i compagni mi hanno detto che era volato fuori un ragazzo. L'ho visto lì a terra con la preside accanto", ha spiegato una ragazza. "Era vivo, muoveva i piedi".

Il ragazzo ha riportato diverse fratture ma, secondo quanto recita il bollettino dell'ospedale, sarebbe fuori pericolo. In queste ore è stata ascoltata la professoressa di matematica e la dirigente scolastica. I carabinieri inoltre hanno sequestrato il cellulare del ragazzo e il suo quaderno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apre la finestra della scuola e si lancia nel vuoto: aveva preso 2 in matematica

Today è in caricamento