Venerdì, 26 Febbraio 2021
ROMA

Dramma in carcere: detenuta uccide il figlio di pochi mesi, grave il fratello

La donna ha gettato i due bimbi dalle scale del penitenziario. Il più piccolo, di soli 4 mesi, non ce l'ha fatta. La tragedia nel carcere romano di Rebibbia

Dramma nel carcere romano di Rebibbia dove verso mezzogiorno una detenuta ha ucciso uno dei suoi due figli e ha ferito l'altro. Secondo le prime informazioni, entrambi i bimbi avrebbero meno di tre anni. E' quanto si apprende dal segretario generale del sindacato di polizia penitenziaria, Aldo Di Giacomo. ''E' un dramma atroce - afferma Di Giacomo - Da settimane denunciamo i gravissimi episodi che stanno avvenendo nelle carceri italiane. Chiediamo al ministro della Giustizia un intervento immediato, ha l'obbligo morale di intervenire sulla situazione carceraria, diventata ormai esplosiva''.

Rebibbia, detenuta uccide il figlio in carcere, grave il fratellino

La tragedia è avvenuta nella sezione nido del penitenziario, una struttura separata dal resto dei plessi: la donna avrebbe gettato i figli dalle scale; il più piccolo - un neonato di 4 mesi nato forse all'interno del carcere - non ce l'ha fatta. Ora i medici dell'Ospedale Bambin Gesù di Roma stanno facendo il possibile per salvare la vita all'altro bambino.  La donna è stata fermata e portata in isolamento.

Ignote le cause che avrebbero portato la donna a compiere il tragico gesto. Da chiarire anche come sia potuto accadere il dramma all'interno di un carcere controllato come quello di Rebibbia, in una delle aree più delicate della struttura dove sono presenti bambini. Le donne vivono in cella con la sorveglianza di personale femminile della polizia penitenziaria ma anche operatrici e una pediatra. Nel reparto una ludoteca e una scala, forse quella da dove sono caduti i bambini, che porta poi al giardino.

La dinamica

Secondo una prima ricostruzione la donna, di nazionalità tedesca, era nella zona adibita al passeggio quando ha preso in braccio il figlio di 4 mesi, che era nella carrozzina, gettandolo dalle scale per poi ripetere di drammatico gesto con il secondo figlio di 3 anni che teneva per mano.

Roma, detenuta di Rebibbia getta i figli dalle scale: "Siamo esterrefatti"

"Siamo esterrefatti. Le poliziotte di servizio erano attente come sempre e non hanno riscontrato segnali di pericolo. Non si sarebbero mai aspettate un gesto del genere", commenta a RomaToday Donato Capece, Segretario Generale del Sappe, il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria.

Aggiornamenti su RomaToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dramma in carcere: detenuta uccide il figlio di pochi mesi, grave il fratello

Today è in caricamento