Venerdì, 5 Marzo 2021
Milano

Il reddito di cittadinanza e la truffa dei documenti falsi

Carte d'identità contraffatte per chiedere il sussidio: due casi segnalati a Milano negli ultimi giorni. A Genova arrestato uno spacciatore che usava i soldi per procurarsi la droga

Foto di repertorio

Si è presentato all'ufficio postale per formalizzare le pratiche per richiedere il reddito di cittadinanza, ma il suo documento di identità è risultato contraffatto. La dipendente delle Poste di via Marcona, a Milano, insospettita dal documento ha infatti voluto vederci chiaro e avvisare la polizia, che è subito intervenuta.

Una volta davanti agli agenti, il 51enne ha deciso di confessare e ha spiegato di essersi procurato il documento proprio perché gli serviva per richiedere il reddito di cittadinanza con un nome diverso dal suo. L'ultima prova è arrivata poi dalla Scientifica della Questura, che ha confermato che la carta d'identità non era valida: a quel punto per l'uomo, un cittadino italiano di 51 anni, sono scattate le manette.

La stessa sorte pochi giorni fa era toccata a un 32enne. Anche per lui copione identico: pratica per il reddito di cittadinanza inoltrata con un documento falso, occhio della dipendente delle Poste troppo attento e manette.

I soldi del reddito di cittadinanza per comprare droga da spacciare

Un furbetto del reddito di cittadinanza è stato smascherato a Genova dove i carabinieri hanno arrestato quattro persone indagate a vario titolo per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti aggravato e continuato.

Uno degli arrestati percepiva illecitamente il sussidio che reinvestiva per acquistare lo stupefacente da spacciare. Durante le perquisizioni i carabinieri hanno trovato anche due pistole a tamburo detenute illegalmente, di cui una rubata, e 350 proiettili dello stesso calibro delle armi.

Con l’ordinanza di applicazione della misura cautelare il Gip ha anche disposto la sospensione del reddito di cittadinanza percepito illecitamente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il reddito di cittadinanza e la truffa dei documenti falsi

Today è in caricamento