rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Il processo / Torino

Uccise la mamma con 23 coltellate: condannato a 16 anni da scontare in comunità

Renato Vecchia è stato riconosciuto seminfermo di mente. Gli sono stati sequestrati tutti gli immobili in attesa del risarcimento ai figli

È stato condannato a 16 anni di carcere, ma sconterà l'intera pena nella comunità Fatebenefratelli di San Maurizio Canavese. La corte d'assise di Ivrea, presieduta dal giudice Vincenzo Bevilacqua, ha inflitto la pena a Renato Vecchia, 46enne di San Benigno Canavese (Torino) che la sera del 15 ottobre 2020 uccise la madre Ermanna Pedrini, 64 anni, nella casa in cui abitavano in via Ivrea, infliggendole 23 coltellate al culmine di un litigio per ragioni di denaro. L'accusa, sostenuta dal pm Alessandro Gallo, aveva chiesto una condanna a 24 anni. È stata stabilita anche una provvisionale di 30mila euro ai figli minorenni dell'uomo (e nipoti della vittima), in attesa che un processo civile stabilisca l'ammontare preciso del risarcimento. Questi ultimi sono stati rappresentati in aula dall'avvocato Marco Stabile.

Proprio in attesa che venga stabilito il risarcimento, la corte ha disposto il sequestro di tutte le proprietà immobiliari di Renato Vecchia (comprese quelle ereditate dalla madre uccisa), che si è scusato dicendo che quando ha commesso il delitto non era in sé. Nel corso del processo Vecchia è stato difeso dagli avvocati Silvia Di Nunno e Calogero Piccadaci. Una perizia aveva stabilito che era parzialmente infermo di mente e quindi in grado di affrontare il dibattimento e la condanna. Per tutto lo svolgimento gli era stata accordata la libertà vigilata, in quanto il ritorno in carcere avrebbe potuto scatenare nuovamente la sua pericolosità sociale.

Nel corso delle udienze è emerso che il denaro che aveva chiesto alla madre sarebbe servito ad acquistare cocaina e crack, di cui faceva uso da alcuni anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise la mamma con 23 coltellate: condannato a 16 anni da scontare in comunità

Today è in caricamento