rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Il caso

Report, la Corte dei Conti apre un fascicolo per presunte fatturazioni fittizie

Il caso è delicato e per molti versi oscuro. Era iniziato con una lettera anonima con accuse di molestie sessuali (senza riscontri, rispedite al mittente), poi si è arrivati ale modalità con cui la trasmissione stessa acquisisce materiale

La Procura regionale della Corte dei Conti per il Lazio, guidata dal presidente Pio Silvestri, ha aperto un fascicolo istruttorio sul caso delle presunte fatture fittizie della trasmissione Report.

Al centro della vicenda ci sarebbero presunte fatturazioni fittizie di cui il conduttore della trasmissione, Sigfrido Ranucci, parla in un video registrato a sua insaputa nel 2014 e rilanciato di recente dal Riformista. Ora, in seguito alle notizie di stampa, la Procura contabile ha aperto un fascicolo.

Il caso è delicato e per molti versi oscuro. Era iniziato con una lettera anonima con accuse di molestie sessuali (senza riscontri, rispedite al mittente), poi si è arrivati ale modalità con cui la trasmissione stessa acquisisce materiale. Il tutto condito da presunta attività di dossieraggio – cioè di raccolta di informazioni prevalentemente riservate e compromettenti – di alcuni personaggi politici.

Ci sono "interrogativi inquietanti sulle modalità con le quali il conduttore di Report acquisirebbe il materiale delle sue inchieste", e per questo servono delle riposte urgenti. Ecco perché il caso Ranucci è stato portato in Parlamento dai deputati di Forza Italia che in una lettera chiamano in causa i vertici di Viale Mazzini e la Vigilanza per fare chiarezza sul metodo del giornalista.

Ranucci ritiene che dietro ci sia l’obiettivo di far chiudere Report:, notando "coincidenze" strane, così le ha definite: "Nel dicembre 2020 faccio un’inchiesta su Alitalia, Renzi, i suoi rapporti con Etihad e il caso Air Force. E il 2 febbraio 2021 gira il primo dossier falso che accusa Report di aver pagato una società lussemburghese per confezionare servizi contro il leader di Iv. Il 3 maggio va in onda la puntata Renzi-Mancini e Iv rilancia quel dossier, da cui parte una selva di interrogazioni. Dopo un mese arriva la lettera anonima sulle molestie. Il primo novembre trasmettiamo un altro servizio sui viaggi di Renzi in Arabia e il 24 la lettera spunta in Vigilanza. Mi chiedo se è normale che vengano usati dossier contro giornalisti, con l’unico scopo della loro sospensione o sostituzione".

I membri di Forza Italia puntavano a coinvolgere la Corte dei Conti, per l’eventuale danno erariale subìto dalla Rai a causa di alcune procedure seguite dal giornalista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Report, la Corte dei Conti apre un fascicolo per presunte fatturazioni fittizie

Today è in caricamento