Stop agli indennizzi ai pendolari per i disagi patiti in treno (anche se sovraffollati e sporchi)

Una sentenza della Corte di Cassazione che promette di far discutere ha confermato l'impossibilità di far scattare il risarcimento nel caso di un pendolare che lamentava il pessimo servizio offerto dalla società di trasporti

Brutte notizie per i pendolari dei treni: una sentenza della Cassazione impone uno stop alla possibilità di avere un piccolo indennizzo per i disagi patiti.

La pronuncia che siamo sicuri farà discutere è stata depositata oggi dalla terza sezione civile che ha rigettato il ricorso di un lavoratore pendolare.

Lo riferisce l'associazione di utenti e consumatori Sportello dei Diritti sottolineando che nello specifico "solo se a essere violato è un diritto inviolabile tutelato dalla Costituzione può scattare il risarcimento del danno non patrimoniale: non può essere risarcito il pendolare che lamenti il disagio patito a causa del pessimo servizio offerto dalla società di trasporti".

In particolare il ricorrente esponeva una serie di disagi patiti a causa dei ritardi sistematici dei treni sovraffollati e in pessime condizioni igieniche e fonte di esasperazione e di peggioramento della qualità della vita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In primo grado il giudice di pace di Piacenza nel 2008 aveva dato ragione al pendolare condannando Trenitalia a risarcirlo con mille euro. La sentenza è stata ribaltata poi dal giudice d'appello che ha annullato il risarcimento. Il tribunale riteneva che il lavoratore non aveva provato e neppure allegato il presupposto della gravità dell'offesa necessario per ottenere il risarcimento del danno non patrimoniale. Alla stessa conclusione arriva il collegio di legittimità: la tutela risarcitoria del danno non patrimoniale è data, oltre che nei casi determinati dalla legge, solo nel caso di grave e seria violazione di specifici diritti inviolabili della persona".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 30 maggio 2020

  • SuperEnalotto, l'estrazione di oggi lunedì 1 giugno 2020

  • Bonus auto da 4000 euro: arriva l'eco-sconto per salvare l'automotive

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 4 giugno 2020

  • Coronavirus, ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • A giugno ultima busta paga "light", poi arriva il bonus fino a 100 euro

Torna su
Today è in caricamento