Martedì, 21 Settembre 2021
Incendi

A fuoco la macelleria islamica: "Ci hanno lanciato addosso una molotov"

Succede a Rimini, in pieno centro: il negozio, gestito da un cittadino di origine marocchina, è stato gravemente danneggiato. Sotto shock il proprietario: "Non ho mai avuto problemi"

Foto da RiminiToday

RIMINI - Una bottiglia molotov e poi l'incendio. Così avrebbe preso fuoco la macelleria islamica "Zagora", in pieno centro a Rimini. Questa la conclusione a cui sono arrivati gli inquirenti. Makhtar Diouakka, cittadino di origine marocchina, lo gestiva insieme ai suoi due figli da otto anni e non aveva mai avuto problemi. 

L'allarme è scattato in mattinata, quando i figli del proprietario hanno notato le fiamme. Subito sono stati chiamati i pompieri, che hanno impiegato più di due ore a spegnere le fiamme. Gli inquirenti stanno passando al vaglio i filmati delle telecamere a circuito chiuso che sorvegliano la zona. Il titolare del negozio è sconvolto: "Sono qui da oltre 8 anni e non mi è mai capitata una cosa del genere. Gestico il negozio insieme ai miei due figli e sono stati loro a chiamarmi quando sono divampate le fiamme. Io mi al Centro Agro Alimentare, per acquistare frutta e verdura e mi sono precipitato per vedere cosa fosse successo. Non abbiamo mai avuto nessun tipo di minacce e non riesco a capire il motivo di questo gesto". 

Secondo gli investigatori la bottiglia incendiaria è stata lanciata attraverso una fessura della saracinesca e ha spaccato il vetro della porta d'ingresso. (da RiminiToday)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A fuoco la macelleria islamica: "Ci hanno lanciato addosso una molotov"

Today è in caricamento