rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
L'ennesimo femminicidio / Rimini

Uccisa a coltellate dal marito geloso mentre accudiscono i nipoti

È successo a Rimini. L'uomo soffriva di disturbo bipolare. Si tratta della 16esima donna che muore dall'inizio dell'anno per mano del partner

Un'altra donna uccisa, il 16esimo femminicidio dall'inizio dell'anno commesso da un partner o ex partner. È successo a Rimini, dove un uomo di 62 anni, Raffaele Fogliamanzillo, ha ucciso a coltellate la moglie coetanea Angela Avitabile.

Un delitto particolarmente cruento, racconta RiminiToday, avvenuto al culmine dell'ennesimo litigio dettato dalla convinzione dell'uomo dell'infedeltà della moglie. Secondo gli inquirenti, Fogliamanzillo già in passato aveva dato segni di squilibrio mentale tanto che da oltre 10 anni era seguito dal Centro di igiene mentale per una sindrome ansiosa depressiva in soggetto bipolare ma, nonostante questo, negli ultimi tempi la sua gelosia era diventata sempre più ossessiva tanto che alla fine del 2021 c'erano già stati allarmanti segnali di violenza non solo nei confronti della vittima ma anche verso gli altri famigliari ritenuti complici nel coprire le scappatelle della donna.

La donna già nel settembre dello scorso anno aveva chiesto aiuto ai carabinieri a causa della furia del marito, ma in quella occasione non aveva voluto sporgere denuncia e gli stessi medici del Centro di igiene mentale non avrebbero trovato una situazione preoccupante. Una nuova aggressione del 62enne era stata poi registrata lo scorso 28 febbraio, con un nuovo intervento dei carabinieri, al termine del quale nei confronti di Fogliamanzillo era stato aperto un fascicolo per maltrattamenti in famiglia. La vittima, il 4 aprile, era stata ascoltata dai militari dell'Arma ma in quell'occasione aveva precisato che il marito a parte le accuse infondate di adulterio non aveva avuto comportamenti violenti.

Si è così arrivati alla sera del 22 aprile con marito e moglie che si trovavano nell'appartamento della figlia, sullo stesso pianerottolo della palazzina di via Portogallo, per accudire i nipoti e nella serata era scoppiata l'ennesima lite. Secondo gli inquirenti della polizia di Stato ad accendere nuovamente la miccia della gelosia era stata una recente operazione alla cataratta subìta dal 62enne che a suo dire era "tornato a vedere chiaro" individuando l'inesistente amante della donna. La situazione, però, è degenerata al punto tale che verso le 21 Fogliamanzillo ha afferrato un coltello a serramanico con il quale ha colpito più volte la moglie infierendo sul collo di lei fino ad ucciderla. Nonostante il trambusto, secondo quanto emerso, i nipoti dei due presenti nell'appartamento non si sarebbero accorti di nulla. Dopo aver commesso il delitto, il 62enne è uscito di casa per avviarsi negli uffici della Questura di Rimini dove si è presentato, pare in stato confusionale, per confessare l'omicidio. Nel frattempo l'uomo aveva telefonato anche alla figlia che, allarmata, aveva a sua volta chiamato i carabinieri. 

Stando al report del Servizio analisi criminale della Direzione centrale della polizia criminale, consultabile sul sito del Viminale, dall'inizio dell'anno al 17 aprile 2022 sono stati 87 gli omicidi consumati: 29 le vittime donne, di cui 27 uccise in ambito familiare/affettivo; di queste, 15 hanno trovato la morte per mano del partner/ex partner. Il caso di due giorni fa in Brianza, dove una donna è stata uccisa dal figlio, e l'omicidio di Rimini portano a 31 i femminicidi del 2022.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccisa a coltellate dal marito geloso mentre accudiscono i nipoti

Today è in caricamento