Domenica, 11 Aprile 2021

Ristorante diventa discoteca, in cento a ballare senza mascherina: multe e sanzioni

Mangiavano e ballavano in spregio al buonsenso e ad ogni protocollo anti contagio come se il coronavirus fosse soltanto un lontano ricordo. Gli agenti della Questura di Roma hanno disposto la chiusura di un noto locale della capitale

Foto di archivio

Mangiavano, ballavano e cantavano come se il coronavirus fosse soltanto un lontano ricordo: questo quanto si sono trovati davanti gli agenti della Questura di Roma intervenuti in un noto ristorante della capitale trasformato in una vera e propria discoteca in spregio dei protocolli anti contagio.

La polizia ha infatti constatato come all'interno del locale fossero presenti circa 250 persone delle quali circa la metà, una volta terminata la cena, era intenta a ballare, in maniera accalcata, sprovvista di mascherine e senza rispettare il previsto distanziamento interpersonale.

Gli investigatori della Pas, oltre ad applicare al gestore le multe previste per il mancato rispetto dei protocolli di sicurezza Covid, ha anche disposto l'immediata chiusura del ristorante per 4 giorni, al fine di impedire la prosecuzione della violazione dei protocolli.

Per impedire una recrudescenza dell'epidemia di coronavirus sono infatti stati introdotti protocolli dedicati alla ristorazione che impongono specifiche normative per il distanziamento dei non congiunti, mentre sono tutt'ora vigenti le disposizioni di legge che impongono la chiusura delle attività di intrattenimento danzante. Per le discoteche infatti è prevista una riapertura dal prossimo 15 giugno ma con severe limitazioni quali il distanziamento di almeno 2 metri nella pista da ballo e l'obbligo di indossare la mascherina negli ambienti al chiuso e all'esterno tutte le volte che non è possibile rispettare la distanza interpersonale di 1 metro.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ristorante diventa discoteca, in cento a ballare senza mascherina: multe e sanzioni

Today è in caricamento