rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Strage infinita

Rita Amenze è stata uccisa con quattro colpi di pistola perché voleva lasciare il marito

La vittima era da poco rientrata dalle vacanze trascorse nel suo paese d'origine e aveva paura

Ha premuto il grilletto perché non avrebbe accettato la decisione della moglie, Rita Amenze, di separarsi. Le ha sparato quattro colpi di pistola alle prime luci dell’alba di venerdì, nel parcheggio della ditta dove lavorava, poi si è dato alla fuga. Ma oggi è stato arrestato dai carabinieri Pierangelo Pellizzari, 61 anni, rintracciato vicino casa, accusato dell’omicidio della 30enne di origini nigeriane.

L’uomo si era barricato, ancora con la pistola in tasca, in un'abitazione di Villaga, in provincia di Vicenza. Quello dell'omicida è stato un vero e proprio agguato: appena scesa dalla sua auto la vittima, che si apprestava a iniziare il turno di lavoro, è stata affrontata dal marito e colpita da quattro proiettili esplosi in rapida sequenza.

Secondo quanto riportato anche da VicenzaToday, la vittima era da poco rientrata dalle vacanze trascorse nel suo paese d'origine, la Nigeria, e avrebbe manifestato al marito la volontà di chiudere il rapporto. Sembra però che avesse paura dell'uomo tanto da farsi accompagnare dalle colleghe al lavoro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rita Amenze è stata uccisa con quattro colpi di pistola perché voleva lasciare il marito

Today è in caricamento