rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
La sentenza / Frosinone

Romina De Cesare, uccisa a coltellate per gelosia: l'ex condannato a 24 anni

Il verdetto della corte d'assise di Frosinone contro Pietro Ialongo, accusato dell'omicidio dell'ex compagna avvenuto nel maggio del 2022. La vittima venne trovata in un lago di sangue, trucidata da 14 coltellate

Ventiquattro anni di reclusione. Questa le pena inflitta dalla corte d'assise del tribunale di Frosinone nei confronti di Pietro Ialongo, il 40enne di Castel Volturno (Isernia) accusato dell'omicidio dell'ex fidanzata, la 36enne Romina De Cesare, avvenuto nella notte tra il 2 e il 3 maggio del 2022. L'uomo era accusato dei reati di omicidio volontario e atti persecutori: la sentenza  è arrivata a conclusione di una lunga camera di consiglio: nella requisitoria il pubblico ministero Vittorio Misiti aveva chiesto una condanna 23 anni di carcere. Invece, come conferma FrosinoneToday, gli avvocati di parte civili Danilo Leva e Fiore di Ciuccio, avevano chiesto per Ialongo il massimo della pena. All'imputato sono state riconosciute le attenuanti generiche, essendosi dimostrato collaborativo dopo l'arresto.

L'omicidio di Romina De Cesare

Come detto, il delitto è avvenuto nella notte tra il 2 e il 3 maggio del 2022: nell'appartamento della vittima situato in via del Plebiscito, a Frosinone, al primo piano di un elegante palazzo situato a due passi dal Comune e dalla Prefettura di Frosinone. Le urla, il sangue, poi il silenzio e la tragica scoperta del cadavere della 36enne avvenuto soltanto in un secondo momento, dopo l'arresto dell'ex fidanzato, trovato in stato confusionale dai carabinieri mentre girovagava seminudo su una spiaggia di Sabaudia. Mentre i militari fermavano l'uomo, la polizia era intenta a sfondare la porta dell'appartamento in cui viveva la donna dopo l'allarme lanciato dal nuovo compagno, insospettito dal silenzio e che da ore non riusciva a contattarla.

Una volta entrati nell'appartamento con l'aiuto dei vigili del fuoco, le forze dell'ordine hanno rinvenuto il cadavere di Romina in una pozza di sangue: sul corpo erano presenti i segni di diversi coltellate. Dall'autopsia sono poi emersi i dettagli di un omicidio brutale: la vittima è stata afferrata per il collo, scaraventata a terra e colpita con almeno 14 coltellate, una delle quali al cuore. Secondo gli inquirenti il delitto sarebbe scaturito dalla gelosia dell'uomo, che non accettava la fine del rapporto con la 36enne e la decisione di iniziare una nuova vita con un'altra persona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Romina De Cesare, uccisa a coltellate per gelosia: l'ex condannato a 24 anni

Today è in caricamento