Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Salerno

Partorisce in bagno e cerca di nascondere il feto: i Carabinieri lo ritrovano in un secchio

Era avvolto e occultato in un telo coperto da un secchio di plastica. Denunciata per infanticidio e occultamento di cadavere la venticinquenne ospite di un centro migranti di Auletta in provincia di Salerno

Una donna nigeriana di 25 anni, ospite di un centro migranti di Auletta (Salerno) che ospita minori e donne, ha partorito e abbandonato il feto in un secchio coperto da un telo. La donna è stata denunciata per infanticidio e occultamento di cadavere.

Il 118, dopo essere accorso sul posto dopo un malore della ragazza, ha portato la donna nel vicino ospedale di Polla i cui sanitari hanno accertato l'avvenuto parto dato che in un primo momento la donna aveva anche cercato di mascherare l'accaduto.

Salerno: partorisce e abbandona feto in un secchio

Nel centro di accoglienza sono intervenuti i carabinieri di Sala Consilina i quali, dopo ricerche, hanno trovato all'esterno della struttura di accoglienza il feto avvolto e occultato in un telo coperto da un secchio di plastica. Nelle prossime ore sarà effettuato sul feto l'esame autoptico.

Come spiega Salerno Today riportando la notizia, sarà l'autopsia a chiarire se il bebè, che era di 25 settimane, era vivo al momento della nascita.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partorisce in bagno e cerca di nascondere il feto: i Carabinieri lo ritrovano in un secchio

Today è in caricamento