rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
I salvataggi / Italia

I 700 migranti salvati in mare che passeranno il Natale in attesa di un porto

L'appello delle ong: "La loro disavventura in mare deve finire"

Sono in totale 672 i migranti salvati negli ultimi giorni da diverse imbarcazioni di Ong nel Mediterraneo. Persone sottratte alla furia del mare grazie a una serie di operazioni messe a segno a partire dallo scorso 21 dicembre. A riuscire a portarne in salvo il maggior numero è stata la nave GeoBarents. L'ultimo intervento ha riguardato cento persone che erano stipate sottocoperta all'interno di un'imbarcazione di fortuna in legno. Si tratta dell'ottavo intervento effettuato per salvare tutti gli occupanti dell'imbarcazione. In totale sono state portate in salvo 558 persone come confermato da Medici senza frontiere.

A preoccuparli sono soprattutto le condizioni di queste persone. Molti di loro hanno dei segni di violenza e delle ferite molto recenti. I loro racconti confermano che sono stati vittima della brutalità di uomini armati in Libia. Sono stati picchiati da uomini armati mentre provavano a mettersi in mare. Un altro salvataggio ha, invece, visto protagonista la Ocean Viking. L'imbarcazione è riuscita a portare in salvo 114 persone. Tra loro ci sono anche donne e bambini. Due di loro hanno meno di otto anni e altri due sono neonati. A parlare delle loro condizioni è la Sos Mediterranee che ha chiesto anche alle autorità di lasciare sbarcare i naufraghi e fornire al più presto un porto sicuro.

"Gli stati di ansia ed esasperazione sono sempre più diffusi tra le persone a bordo. Nonostante la massima cura prestata dalle squadre della Ocean Viking - spiegano -, i segni di stanchezza, esaurimento e ansia stanno aumentando tra i sopravvissuti. La loro disavventura in mare deve finire: l'interminabile incertezza che arriva dopo aver rischiato di morire deve giungere al termine". Attualmente ci sono quasi 700 persone che chiedono all'Italia un porto sicuro alla vigilia del giorno di Natale. Il grido d'allarme delle Ong chiede alle autorità di non indugiare ancora perché le condizioni dei migranti sono di forte stress. Un gesto di umanità nel non lasciarli in mare il giorno di Natale sarebbe invece il minimo per un paese civile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 700 migranti salvati in mare che passeranno il Natale in attesa di un porto

Today è in caricamento