Lunedì, 23 Novembre 2020

Terracina, Salvini: per ora no al test del tampone

L'appuntamento elettorale nella cittadina laziale è diventato un focolaio: positivo un deputato leghista. Ma il Capitano non ha ricevuto notifiche dalle Asl e non andrà, per ora, in quarantena

"Cari amici sono a comunicare che circa un'ora fa la Asl mi ha informato che il mio tampone è risultato positivo al Covid 19. Sto bene, non ho alcun sintomo e sono stati attivati tutti i protocolli previsti per la cura e per contrastare la diffusione del Coronavirus! Passerà anche questa". Ad annunciarlo con un post su Facebook è stato ieri sera il deputato e coordinatore della Lega nel Lazio, Francesco Zicchieri.

Terracina, Salvini: per ora no al test del tampone

Anche Zicchieri era tra i partecipanti all'appuntamento elettorale a sostegno del candidato sindaco di Terracina del Carroccio, Valentino Giuliani, a cui hanno preso parte circa 300 persone insieme al leader Matteo Salvini e che si è svolto il 25 settembre scorso in un ristorante del posto. Un comizio che sembra essersi rapidamente trasformato in un focolaio di coronavirus. Ora, spiega il Fatto Quotidiano, il presentatore della manifestazione ha il tampone positivo e i sintomi di Covid-19 e tutti coloro che sono entrati in contatto con lui sono stati posti in isolamento e dovranno fare il test. Ieri pomeriggio, però, Salvini era in giro per la Liguria e ha risposto in malo modo ai giornalisti che gli chiedevano dell'accaduto. 

“Abbiamo attivato il protocollo per il tracciamento dei contatti – conferma Giorgio Casati, direttore generale della Asl di Latina – Attiveremo in questi giorni il drive-in di Terracina per i residenti e chi non lo è ma ha avuto contatti diretti che possano aver determinato il contagio ha ricevuto o riceverà una notifica. Ovviamente non do alcuna indicazione su casi personali”. Per i non residenti a effettuare il test sarà la Asl locale.

Nel caso di Salvini sarà l’Ats di Milano alla quale, da quanto risulta al Fatto , da Latina ieri è stata inviata la relativa comunicazione. In serata la struttura non confermava. Ieri sera l’entourage del senatore, che in giornata aveva visitato il Salone nautico di Genova e poi era stato a Voghera per salutare la neo-sindaca leghista Paola Garlaschelli, spiegava di non aver ricevuto nulla.

Il protocollo prevede che se il contatto con il caso infetto non è diretto si fa il tampone e si resta in isolamento fino all’esito del test. Se invece è diretto oltre al tampone scatta la quarantena, perché il test può risultare negativo ma la positività può saltare fuori in un secondo momento. In entrambi i casi, tuttavia, il soggetto deve restare in isolamento. Ma la sua Asl non gli ha comunicato l'obbligo. Intanto ieri il partito ha confermato i nuovi controlli: “Tutti gli esponenti della Lega che hanno partecipato all’evento di Terracina lo scorso 25 settembre stanno procedendo a fare i controlli necessari Covid-19 – si legge in una nota –. Ricordiamo che il segretario aveva fatto il test già il mattino del 25 settembre con esito negativo”. 

Niente tampone per Salvini

Il Capitano alla cena sul litorale era andato dopo che era stato a una kermesse a Formello, lì dove aveva detto di sentirsi male. Ma subito dopo aveva precisato: «Ho fatto vari tamponi, tutti negativi». Intanto, racconta il Messaggero, la Asl ha “intervistato” il terracinese positivo che aveva fatto da moderatore all’evento per ricostruire la mappa dei potenziali contagi. 

Matteo Salvini è stato informato, ma non direttamente dalla Asl di Latina, del drive in avviato per la cena di Terracina con il caso del presentatore risultato positivo al Covid, e sarebbe pronto a fare il tampone «ma devono darmi la notifica - spiega il capo del Carroccio - e a me non è ancora arrivata nessuna richiesta. Se mi arriverà, farò ovviamente tutti gli accertamenti d’obbligo. Ne ho fatti diversi, farò anche questo se sarà il caso».

Nel caso, sia oggi sia domani nel presidio medico del Senato sono giornate di tamponi. E comunque sono diversi i parlamentari - da Durigon a Zicchieri - che erano presenti alla cena a sostengo del candidato sindaco di Terracina per il Carroccio, che poi è stato sconfitto dalla concorrente targata Fratelli d’Italia e Forza Italia.

Il comizio di Salvini a Terracina che è diventato un focolaio di coronavirus

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terracina, Salvini: per ora no al test del tampone

Today è in caricamento