rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Uccisa dalla famiglia / Reggio Emilia

"Saman aveva il collo spezzato": il cadavere identificato dai denti

Trovata una frattura nella parte anteriore del collo, che avvalorerebbe l'ipotesi di strangolamento

Non ci sono più dubbi: il cadavere ritrovato il 18 novembre 2022 a Novellara è di Saman Abbas, la giovane pachistana uccisa la notte del 30 aprile 2021 dai familiari. "È stata identificata da un'anomalia dentaria, grazie a foto e video", ha dichiarato l'avvocato Barbara Iannucelli, che assiste l'associazione 'Penelope' ed è parte civile nel processo che inizierà a febbraio. Cinque gli imputati: lo zio Danish Hasnain, i cugini Ikram Ijaz e Nomanhulaq Nomanhulaq (tutti e tre in carcere), il padre Shabbar Abbas (arrestato un mese fa in Pakistan, dove si è in attesa dell'udienza che decida sull'estradizione) e la madre Nazia Shaheen (ancora latitante in patria). Devono tutti rispondere di omicidio premeditato in concorso, sequestro di persona e soppressione di cadavere.

Trovata una frattura nella parte anteriore del collo, che avvalorerebbe l'ipotesi di strangolamento."L'osso ioide è fratturato nella parte sinistra e sono necessari accertamenti istologici per stabilire se pre o post portem", aggiunge la Iannucelli.

La fine atroce di Saman Abbas: che cosa è emerso dall'autopsia

Sul caso è inervenuta anche la presidente del Consiglio Giorgia Meloni, che su Twitter chiede sia fatta giustizia per la giovane ragazza di origin pachistane. "Purtroppo non ci sono più dubbi, Saman Abbas è stata uccisa. Il corpo ritrovato a Novellara appartiene alla 18enne pachistana. A febbraio inizierà il processo che vedrà imputati i suoi familiari: sia fatta giustizia per una giovane innocente che voleva solo vivere la sua libertà", scrive la premier. 

tweet meloni abbas

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Saman aveva il collo spezzato": il cadavere identificato dai denti

Today è in caricamento