rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Le indagini / Reggio Emilia

Saman Abbas, recuperato il corpo: era tre metri sotto terra, ora l'autopsia

Le autorità hanno recuperato i resti individuati in un casolare poco distante dall'abitazione dove la 18enne viveva con la famiglia a Novellara. Secondo gli inquirenti, è molto probabile che si tratti della giovane, ma saranno le analisi a stabilirlo con certezza

Il cadavere che si ritiene possa appartenere a Saman Abbas, la 18enne pakistana uccisa a maggio del 2021 a Novellara, in provincia di Reggio Emilia, è stato recuperato dalle forze dell'ordine. Secondo le autorità ci sono alte probabilità che si tratti della giovane, scomparsa nel nulla dopo aver rifiutato un matrimonio combinato. La salma, all'interno di un capannone abbandonato, a poche centinaia di metri dalla casa dove viveva la famiglia di Saman Abbas, era interrata a circa tre metri sotto uno strato di detriti e macerie. Per l'omicidio sono già a processo cinque parenti: i due genitori, uno zio e due cugini, con udienza fissata a febbraio. 

Saman Abbas, recuperato il cadavere a Novellara

La salma è stata caricata un mezzo dei necrofori e sarà ora portata all'obitorio dell'Università di Milano dove verranno svolti gli accertamenti medico-legali, affidati dalla Corte di assise ai periti Cristina Cattaneo e Dominic Salsarola. Il padre della 18enne, Shabbar Abbas, di recente è stato arrestato in Pakistan mentre la madre Nazia Shaheen sembra sparita nel nulla.  Lo zio Danish Hasnain e i cugini Ikram Ijaz e Nomanhulaq Nomanhulaq sono in carcere in Italia.

Le indagini: potrebbero esserci altri complici

In attesa di scoprire l'identità del cadavere recuperato a Novellara, gli inquirenti pensano che ci potrebbero essere degli altri complici che avrebbero aiutato la famiglia a commettere il delitto e a far sparire il corpo. La procura di Reggio Emilia ha aperto un nuovo fascicolo di indagine, al momento a carico di ignoti: la nuova inchiesta mira proprio ad approfondire eventuali ulteriori complicità, anche sulla base di quello che emergerà dalle operazioni nel casolare diroccato dove è stato trovato un cadavere in un luogo indicato dallo zio di Saman, Danish Hasnain. Durante gli scavi sono stati recuperati anche alcuni oggetti che saranno analizzati dal Ris: un mozzicone di sigaretta, pezzi di tessuto e due bottiglie. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saman Abbas, recuperato il corpo: era tre metri sotto terra, ora l'autopsia

Today è in caricamento