Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca Reggio Emilia

Saman Abbas scomparsa da un mese: il video degli uomini con la pala e le ricerche nei canali

Riprendono le ricerche nel Reggiano di Saman Abbas, la 18enne d'origine pachistana che aveva denunciato i genitori opponendosi a un matrimonio combinato: è scomparsa da ormai un mese. Fermato in Francia un cugino

Senza il velo e gli occhiali, sorridente. Con piercing alle orecchie e al naso. Appare così in una foto Saman Abbas, la 18enne scomparsa da Novellara. Lo scatto, in mano agli investigatori, sarebbe stato fatto nel periodo in cui la giovane era in una comunità protetta, prima di far ritorno a casa per poi sparire. Il volto appare differente da quello dell'unica altra foto fin qui circolata, dove Saman è ritratta con un sorriso appena accennato, hijab nero e gli occhiali. ANSA

La Procura indaga per omicidio. Al setaccio in queste ore vengono passati canali d'irrigazione e campi. Riprendono le ricerche nel Reggiano di Saman Abbas, la 18enne d'origine pachistana che aveva denunciato i genitori opponendosi a un matrimonio combinato: è scomparsa da ormai un mese.

Saman Abbas è scomparsa nel nulla da un mese

"Mia figlia è in Belgio e sta bene" aveva detto Shabbar Abbas, padre di Saman. La 18enne di Novellara aveva denunciato le intenzioni dei familiari agli assistenti sociali dopo aver scoperto un viaggio prenotato a suo nome per il Pakistan, lì dove avrebbe dovuto sposare un uomo più grande di lei. Saman era stata accolta in una struttura protetta nel Bolognese, ma poi aveva deciso di fare ritorno nella casa dei genitori per motivi ancora ignoti. Per la sua scomparsa, ora, sono indagati cinque familiari: il padre, il fratello e tre cugini.

In queste ore una ventina di militari setacceranno campi e canali concentrandosi nell'area alle spalle dell'azienda agricola di Novellara, in provincia di Reggio Emilia, nella cui cascina il padre Shabbar lavora come custode e bracciante, e dove vive la famiglia. Alcune telecamere nei pressi dell'abitazione avrebbero ripreso il 29 aprile tre uomini (sarebbero lo zio e due cugini) che con due pale, un secchio contenente un sacchetto azzurro e un piede di porco, si allontanavano nei terreni per poi fare ritorno qualche ora dopo. Il timore è che Saman sia stata uccisa e il suo cadavere occultato in una zona di campagna. I genitori di Saman sono partiti per il Pakistan i primi di maggio senza preavviso.

Un familiare, un cugino, è stato fermato ieri a Nimes, in Francia, mentre stava tentando di raggiungere, senza documenti, alcuni parenti in Spagna. Potrà essere interrogato nei prossimi giorni senza attendere l'estradizione. Si attende infatti che la procura di Reggio Emilia avvii quanto prima la cooperazione di giustizia attraverso Eurojust per andare a sentire il cugino fermato in Francia. La svolta nelle indagini ancora non c'è. 

saman habbas scomparsa-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saman Abbas scomparsa da un mese: il video degli uomini con la pala e le ricerche nei canali

Today è in caricamento