Mercoledì, 22 Settembre 2021
Omicidi / Macerata

San Saverino Marche, Debora Calamai uccide il figlio Simone Forconi

La tragedia nella serata della Vigilia di Natale. La donna, 38 anni, ha ucciso con nove coltellate il figlioletto di 13. Aveva problemi psicologici. Erano in corso le pratiche per affidare il ragazzino al padre

SAN SAVERINO MARCHE (MACERATA) - "Volevano portarmelo via". Con queste parole, ancora sotto choc per il folle gesto compiuto, Debora Calamai ha spiegato ai carabinieri perché ha ucciso il figlio Simone Forconi, di soli 13 anni. Nove coltellate durante la sera della Vigilia di Natale. Nove coltellate scaturite dalla disperazione di perdere il suo bambino. 

Secondo quanto appurato dagli investigatori, infatti, la donna - arrestata per omicidio - era seguita per problemi psicologici ed erano in corso le pratiche per affidare Simone al padre. I due genitori, infatti, erano separati e Simone era in affidamento congiunto. A dare l'allarme, ieri sera intorno le 21.30, sono stati i condomini del palazzo in cui abita Debora, in via Zampa 70.

Simone aveva da poco finito di cenare con la mamma e stava aspettando il nonno paterno per andare a trascorrere il Natale con il papà. La donna ha inseguito il figlio sul pianerottolo con un coltello da cucina, accoltellandono per nove volte. I vicini di casa hanno subito avvisato il 118 e i carabinieri. I militari hanno trovato la 38enne ancora col coltello in mano. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Saverino Marche, Debora Calamai uccide il figlio Simone Forconi

Today è in caricamento