rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Dinamica da chiarire / Frosinone

Torna a casa e fa fuoco contro i ladri: un morto

A sparare un tabaccaio, Sandro Fiorelli, che ora è indagato per omicidio. Un uomo di nazionalità rumena, Mirel Joaca Bine, è morto a Santopadre (Frosinone), ucciso nel giardino di una casa dopo essere stato sorpreso durante un furto

L'ipotesi principale è un tentato furto finito in tragedia. Un uomo di nazionalità rumena, di 34 anni, Mirel Joaca Bine, è morto a Santopadre (Frosinone) in via Valle. E' stato ucciso nel giardino di una casa dopo essere stato sorpreso durante un furto insieme ad alcuni complici.

Santopadre, spara ai ladri e ne uccide uno

L'abitazione è situata nel centro del paese tra Arce e Arpino. A sparare con un fucile da caccia regolarmente detenuto è stato il padrone di casa, il titolare di una tabaccheria che già in passato avrebbe subito furti. Si chiama Sandro Fiorelli, ha 58 anni. Sul posto nel giro di pochi minuti sono accorsi carabinieri, polizia e Ares 118. Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore Marina Marra della Procura di Cassino che ha dato incarico ad un medico legale di effettuare la ricognizione cadaverica esterna. E' successo lungo il vialetto di accesso di una elegante villetta situata a due passi dal centro.

La dinamica è da chiarire: "Mi ha puntato la pistola addosso"

I presunti complici della vittima, tre secondo le prime informazioni, sono riusciti a fuggire. La dinamica di quanto accaduto ieri sera a Santopadre è ancora da confermare. Il commerciante una volta rincasato avrebbe sorpreso i quattro malviventi dentro la sua abitazione. Poi il tentativo di fuga dell'uomo rimasto poi ucciso. "Mentre scappava con i suoi complici mi ha puntato la pistola addosso. E allora ho sparato io" ha detto il tabaccaio, che ha spiegato di essersi spaventato. Era insieme al figlio. Almeno questa è la versione fornita dal 58enne, in passato già preso di mira dai malviventi. Accertamenti sono stati svolti a lungo nella villetta, per capire come i ladri siano entrati in azione e cosa abbiano portato via. Accanto al corpo sarebbe stata trovata la replica di una pistola caricata a salve.

E' indagato Sandro Fiorelli

Le indagini sono solo all'inizio. Disposta l'autopsia sul corpo di Bine. I risultati dell'autopsia saranno fondamentali per ricostruire con una certa esattezza come è stato colpito Mirel Joaca Bine. I carabinieri hanno ascoltato a lungo il tabaccaio. Quando i soccorsi sono arrivati sul posto, l'uomo colpito dalla fucilata era ormai deceduto: vani tutti i tentativi dei medici del 118 di rianimarlo. E' indagato per eccesso colposo di legittima difesa Sandro Fiorelli: emerge che l'uomo avrebbe sparato due colpi con un fucile da caccia. Un colpo ha centrato il romeno 34enne, incensurato, uccidendolo mentre l'altro sarebbe stato sparato in aria. Il tabaccaio, che ieri sera era rientrato a casa con il figlio, sembra che recentemente aveva subito un grosso furto, non in casa ma nella sua tabaccheria.

Complici in fuga

Nel frattempo per tutta la notte nelle campagne di Santopadre sono andate avanti le ricerche dei complici del 34enne ucciso: invano, finora.

Mirel Joaca Bine morto-2_censored (1)-2

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna a casa e fa fuoco contro i ladri: un morto

Today è in caricamento