rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
Cronaca

Migranti, i porti sono aperti: in 81 sbarcano a Lampedusa

Il gruppo partito da Zwara era stato avvistato ieri pomeriggio a 25 miglia da Lampedusa. Il caso Sea Watch invece si trascina senza novità: Salvini scrive a Conte

I porti sono aperti. 81 migranti, partiti due giorni prima da Zwara, Libia sono sbarcati nella notte a Lampedusa: sono stati "scortati" a terra dalle motovedette della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza. Invece i 43 migranti a bordo della nave Sea Watch sono al loro decimo giorno sull'imbarcazione della Ong a cui viene negato l'ingresso in acque territoriali.

Il gruppo di 81 migranti era stato avvistato ieri pomeriggio a 25 miglia da Lampedusa. E' l'ennesimo sbarco autonomo sull'isola di Lampedusa. Per sbarco autonomo si intendono sbarchi per cui non viene chiesto un place of safety al Viminale. Si tratta del terzo in poco più di 24 ore: in questo modo circa 100 persone sono arrivate in Europa. 

Sono sbarcati poco prima dell'alba con un gommone: erano stati abbandonati al largo di Lampedusa da un peschereccio, la "nave madre", la quale è stata intercettata e bloccata dalla Guardia di Finanza. Il sistema della "nave madre" permette a scafisti libici e tunisini di portare piccole imbarcazioni con gruppi di migranti a poche miglia dalle acque italiane. Degli 81 sbarcati poche ore fa 4 sono donne e 3 bambini. Provengono da vari Stati: Bangladesh, Algeria, Siria, Senegal, Marocco, Tunisia e Libia.

Sea Watch, il governo chiede l'intervento dell'Olanda

Matteo Salvini ha scritto al premier Giuseppe Conte per ribadire la politica dei ''porti chiusi'' e sollecitare una "energica nuova iniziativa di sensibilizzazione" nei confronti dei Paesi Bassi, visto che la Sea Watch3 batte bandiera olandese. "Caro Giuseppe, ti scrivo per condividere alcune riflessioni in merito alla perdurante condotta della nave 'Sea Watch 3', battente bandiera olandese, tuttora al largo delle coste italiane con migranti a bordo", si legge nella lettera di Salvini a Conte. "Si tratta di una condotta la cui gravità è resa palese dalla ferrea determinazione con la quale la nave, - prosegue - rifiutando il Pos indicato dalle competenti Autorità libiche, ha deciso, malgrado il luogo ove era avvenuto l'evento, di far rotta verso l'Italia e di considerare il centro Nazionale di Coordinamento del Soccorso Marittimo Italiano responsabile per l'individuazione del porto di sbarco, in sfregio al riparto delle competenze e alla normativa in materia". "Ferrea determinazione ulteriormente confermata dalla circostanza che la 'Sea Watch 3' staziona, da ben sette giorni, ai limiti delle nostre acque territoriali, pur avendo richiesto sin dall'inizio un porto di sbarco anche al proprio Paese di bandiera che avrebbe potuto raggiungere con una navigazione di durata inferiore".

"Ebbene, non appare potersi legittimamente consentire ad alcuno di decidere autonomamente, al di fuori dell'esistente quadro giuridico, dove e come condurre cittadini di Paesi Terzi. - continua Salvini nella lettera - Peraltro tale scelta si risolve nella perdurante penalizzazione di quei Paesi europei (Italia e Malta) che, per la mera posizione geografica, si trovano più vicini all'Africa di altri Stati Membri, quale nel caso di specie, lo Stato di bandiera". "A fronte della presenza della nave 'Sea Watch 3' al largo delle nostre coste e della possibile evoluzione della situazione a bordo, ritengo necessario che la perdurante efficacia del provvedimento di divieto di ingresso, transito e sosta della nave nel mare territoriale nazionale sia accompagnata da un'energica nuova iniziativa di sensibilizzazione nei confronti delle Autorità dei Paesi Bassi, quale Stato di bandiera".

Da gennaio 2018 arrestati 68 scafisti

Sul fronte dell'immigrazione clandestina, la Guardia di Finanza ha arrestato da gennaio 2018 68 scafisti e sequestrato 103 imbarcazioni, mentre i migranti intercettati dai Reparti territoriali e navali sono stati, in totale, 5.051. I dati operativi sono stati diffusi in occasione del 245° anniversario della fondazione della Guardia di Finanza.

Nel mare dei migranti c'è una barca che si chiama "Matteo Salvini"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, i porti sono aperti: in 81 sbarcano a Lampedusa

Today è in caricamento