rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
SCIOPERI

Sciopero nazionale dei commessi: le spese di Natale a rischio

I lavoratori del commercio incrociano le braccia per chiedere il rinnovo del contratto nazionale. La protesta indetta da Fisascat Cisl, Uiltucs Uil e Filcams Cgil. A rischio tutte le compere in occasione delle feste

Avevano dato vita già a diverse proteste ma questa metterà a rischio le compere di Natale: sono i lavoratori del commercio che al grido di #fuoritutti hanno deciso di incrociare le braccia in un periodo caldo per chiedere il rinnovo del contratto nazionale, scaduto da due anni. Cgil, Cisl e Uil lamentano come, "nonostante la mobilitazione" di inizio novembre "non sia arrivato alcun segnale di apertura al confronto, nessun cambio di passo che possa dare adito alla riapertura dei negoziati" per il nuovo contratto dei dipendenti della Federdistribuzione, Distribuzione cooperativa e Confesercenti.

sciopero commessi-2

C’è da aspettarsi saracinesche chiuse, lavoratori in strada e striscioni: il tutto a soli sei giorni dal Natale. Il culmine sarà a Milano dove si svolgerà la manifestazione nazionale: qui arriveranno lavoratori da tutta l'Italia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero nazionale dei commessi: le spese di Natale a rischio

Today è in caricamento