Mercoledì, 14 Aprile 2021
Italia

Sciopero dei medici: sale operatorie chiuse, ospedali a rischio caos

Sale operatorie al minimo, medici solo per le emergenze e stop alle visite e a 40mila interventi non urgenti: martedì 12 dicembre lo sciopero dei medici ferma gli ospedali italiani

Sono migliaia gli interventi chirurgici programmati per martedì 12 dicembre 2017 che rischiano di saltare per lo sciopero dei medici. A distanza di due anni sono di nuovo in agitazione i medici e i dirigenti sanitari di tutta Italia. I camici bianchi terrano un sit-in a Roma, davanti al ministero dell'Economia, alle 11. 

"Il Sistema sanitario nazionale si sostiene sul sacrificio di medici e dirigenti sanitari - denunciano le associazioni di categoria - e le Regioni hanno garantito i Livelli minimi di assistenza a spese dei professionisti, delle loro ferie, delle loro risorse accessorie, dell'abuso del loro orario di lavoro". Non solo: secondo i sindacati è diminuta anche la tutela della sanità pubblica con attese più lunghe per i cittadini e maggiori diseguaglianze territoriali con la crescita del divario tra chi può curarsi pagando e chi no.

Si stima la sospensione di 40.000 interventi chirurgici, di centinaia di migliaia di visite specialistiche e prestazioni diagnostiche, il blocco di tutta l'attività veterinaria connessa al controllo degli alimenti. 

Bolzano - Napoli: 700 chilometri e 4 anni di vita 

Sotto accusa anche la legge di bilancio 2018 in discussione in Parlamento. "Ormai si declina il diritto alla salute in base alla residenza e la distanza tra Bolzano e Napoli si può esprimere in 700 km o in 4 anni di aspettativa di vita. E la situazione - questa è la denuncia - è avviata a peggiorare".

"Allo sciopero nazionale dei Medici e dei Dirigenti sanitari indetto per martedì 12 dicembre 2017, hanno aderito strutturati e precari, ricercatori, atipici, pagati con il baratto o assunti con contratti di dieci giorni".

Sciopero medici e veterinari 12 dicembre 2017: i motivi della vertenza

Il blocco durerà 24 ore e riguarderà tutte le strutture sanitarie del Paese. Lo sciopero del 12 dicembre è stato proclamato per "difendere un diritto costituzionale dei cittadini e le ragioni del nostro lavoro che ne è valore fondante e garanzia di esigibilità".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero dei medici: sale operatorie chiuse, ospedali a rischio caos

Today è in caricamento