Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Cassa integrazione per 350 lavoratori Thales Alenia Space: è sciopero

La protesta questa mattina a Roma. Lo stop durerà quattro ore. Interesserate dagli esuberi anche la sede milanese e quella aquilana

Protestano davanti la sede romana, in via Saccomuro sulla Tiburtina, gli ingegneri di Thales Alenia Space. Dicono no alla cassa integrazione per 350 tecnici altamente specializzati prevista a partire da metà luglio. "Quattro ore di sciopero, perchè non possiamo rassegnarci al declino del settore spaziale", spiega Giovanni Contento, segretario nazionale della Uilm.

"C'è stato- ricorda Contento- un cambiamento radicale dagli accordi del luglio 2005 e del maggio 2007 a livello di competenze e ruoli. Le prime, ad alto valore aggiunto come quelle commerciali ed industriali, si sono trasferite alla parte francese; i secondi si sono caratterizzati in uno svuotamento del 'management' italiano che e' diventato residuale nelle funzioni di responsabilita'".

Guarda il video dei lavoratori in protesta

Il segretario nazionale della Uilm non risparmia le critiche a Finmeccanica che "ha chiuso un occhio se non tutti e due. Non ha seguito adeguatamente il divenire delle società partecipate, tra cui c'è Thales Alenia Space, ma anche Mbda, per esempio. Ed i francesi hanno preso la palla al balzo, approfittando di tanta incuranza". Contento si appella al governo: "L'esecutivo deve essere consapevole che settori come quelli della comunicazione e del controllo satellitare non devono essere in mano ad altri, per evitare una plateale abdicazione nel campo dello sviluppo tecnologico del futuro".

La cassa integrazione ordinaria e nominativa interesserà non solo la sede di Roma ma anche l'Aquila e Gorgonzola (MI). Nel dettaglio saranno 190 i lavoratori che per 13 settimane si fermeranno a Roma, 80 a L'Aquila e 76 a Gorgonzola. I dipendenti interessati sono impegnati sul programma Cosmo Sky Med 2 che non ha ottenuto i finanziamenti pubblici sperati. Il satellite di osservazione terrestre che avrebbe dovuto essere il fiore all'occhiello dell'azienda si sta rivelando un boomerang per i lavoratori.

Fabrizio Potetti, rappresentante Fiom e coordinatore nazionale Thales spiega però a Today.it: "A nostro giudizio la cassa integrazione arriva non solo per il ritardo nel pagamento ma c'è anche una difficoltà dell'azienda a portare avanti il Piano Industriale". Si rivolge poi al Governo colpevole di "disattenzione su un settore strategico come quello spaziale che se non supportato l'Italia rischia di perdere". "Quando si bloccano gli investimenti gli altri Paesi ci mettono poco a recuperare il gap", conclude Potetti.

Il Presidente e Amministratore delegato di Thales Alenia Space Pretto Elisio Giacomo ha convocato per il 26 giugno alle ore 10.30 una riunione presso la sede di Unindustria Confindustria Roma, in Andrea Noale per discutere i dettagli della cassa integrazione. Le segreterie dei sindacati hanno richiesto un rinvio della riunione poichè si vorrebbe fare una manifestazione nazionale e successivamente un incontro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassa integrazione per 350 lavoratori Thales Alenia Space: è sciopero

Today è in caricamento