rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
CRONACA

Sciopero 22 marzo 2013: venerdì nero per i trasporti

Autobus, tram e metro fermi in tutta Italia: rispettate solo le fasce di garanzia. Adesione molto alta

E' un venerdì 22 marzo nerissimo sul fronte del trasporto pubblico nelle città italiane, a causa dello sciopero nazionale di 24 ore indetto dalle categorie di settore. Autobus, tram e metro sono fermi in tutta Italia.

Lo sciopero, con rispetto delle fasce di garanzia, è stato proclamato da Cgil, Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti, Faisa Cisal e Fast a seguito della rottura delle trattative per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro scaduto da cinque anni.

"La decisione - spiegano i sindacati e le associazioni di categoria - è dovuta alla persistente incertezza sul quadro complessivo delle risorse finanziarie destinate al trasporto locale ed al mancato avanzamento del negoziato per il rinnovo contrattuale".

LA SITUAZIONE NELLE CITTA' - L'adesione allo sciopero, secondo i sindacati, "è molto alta". I rappresentanti stimano una media del 75% con punte del 98%. A Roma sono ferme la linee A, B e B1 della metropolitana, i collegamenti ferroviari concessi Termini-Giardinetti, Roma-Lido e Roma-Viterbo ed il 60% dei bus. A Milano sono chiuse le tre linee della metropolitana, come confermato anche da Atm; a Torino sono fermi l'80% dei bus; a Venezia circa il 60% dei vaporetti e a Mestre il 85% dei bus. A Genova lo stop riguarda il 98% dei bus; a Firenze il 50% in città e l'80% di quelli extraurbani; a Bologna risulta uno stop dell'85% dei mezzi pubblici. A Napoli, la circumvesuviana, le metropolitane e le funicolari sono ferme, così come l'80% del servizio urbano di superficie. Fermi infine oltre al 90% dei bus a Bari ed il 70% dei mezzi pubblici a Palermo.

ECCO GLI ORARI CITTA' PER CITTA'

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero 22 marzo 2013: venerdì nero per i trasporti

Today è in caricamento