Mercoledì, 14 Aprile 2021
Italia

Sciopero venerdì 10 novembre: treni, aerei e mezzi pubblici fermi 24 ore

Venerdì a rischio caos per l'annunciato sciopero generale che coinvolgerà anche metro e bus. Gli orari e le modalità saranno diversi a seconda delle città e delle aziende coinvolte

Venerdì di caos per lo sciopero nazionale dei trasporti pubblici: per 24 ore potrebbero esserci ritardi o problemi nella circolazione di treni, aerei e mezzi pubblici. Gli orari e le modalità dello sciopero saranno diversi a seconda delle città e delle aziende (pubbliche e private) coinvolte

Sciopero generale, gli orari e tutte le informazioni
Roma | Milano | Torino | Napoli | Bologna | Firenze | Genova

Le agitazioni sono state proclamate dall’Unione Sindacale di Base insieme a Unicobas e Cobas per protestare contro le politiche economiche e sociali del governo italiano e dell’Unione Europea.

Sciopero, gli orari dei treni

  • I treni a lunga percorrenza subiranno cancellazioni fin dalle 21 di giovedì 9 novembre e dureranno fino alle 20.59 del 10 novembre;
  • I treni regionali saranno a rischio dalle 21 del 9 novembre e fino alle 17.59 del 10 novembre;
  • treni garantiti programmati da Italo
  • I treni Trenord saranno garantiti nelle fasce più frequentate dai pendolari, tra le 6 e le 9 e tra le 18 e le 21.

Sciopero, gli orari degli aerei

  • Problemi anche per chi dovrà viaggiare in aereo per lo sciopero dei controllori di volo dell’Enav che aderiscono a Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-T e Unica, che si fermano per 4 ore.
  • Nella stessa giornata, allo scalo romano di Fiumicino, mobilitazione dalle 12 alle 16 dei lavoratori della Avion Services che aderiscono a Fit-Cisl e Ugl-Ta.
  • Dalle 13 alle 17 sciopero proclamato dalla Fit-Cisl dei lavoratori delle aziende Brookfield aviation international, Crewlink Ireland Limited, McGinley aviation, Ryanair Limited e Workforce international conctractors limited.

Scioperi: dal 2018 guerra ai venerdì neri

Il garante degli scioperi nei servizi pubblici, Giuseppe Santoro Passarelli, annuncia una stretta per il 2018. "Da gennaio sarà guerra ai venerdì neri nei trasporti con tregue lunghe fra uno stop e il successivo", dice in un’intervista al Messaggero.

Il presidente dell’authority promette dunque un cambio di passo per prevenire i disagi causati ai pendolari soprattuto da micro sigle sindacali, con proteste che scattano puntualmente nei fine settimana. Lo sciopero di bus e metro domani a Roma è il diciassettesima in 10 mesi, agosto compreso.

“Questo sciopero è stato indetto per 4 volte la prima volta è stato fatto rinviare dalle autorità. Le altre due è stato ridotto a 4 ore. Ho incontrato Governo e prefetto per valutare la situazione e di comune accordo abbiamo deciso di consentirlo. Altrimenti quei sindacati, in caso di precettazione, avrebbero potuto rivolgersi al Tar. La legge attuale riserva il potere di precettazione al Governo e ai prefetti, non all’autorità. Per legge, la missione della commissione non è quella di eliminare gli scioperi, ma di contemperare il diritto di sciopero con quello del diritto al trasporto”.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero venerdì 10 novembre: treni, aerei e mezzi pubblici fermi 24 ore

Today è in caricamento