rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Disordini e tensioni / Roma

Feriti durante gli scontri studenti-polizia al corteo contro gli Stati generali della Natalità

"Cariche violente dagli agenti", accusano i manifestanti. Non scende la tensione dopo le contestazioni verso la ministra della Famiglia Roccella

Aumenta la tensione dopo le contestazioni di ieri, 9 maggio, contro la ministra della Famiglia, Eugenia Roccella. ll corteo di manifestanti diretti verso gli Stati Generali della natalità, secondo quanto riferito dagli studenti, sono stati manganellati dagli agenti di polizia, colpiti a loro volta da lanci di oggetti. Dalle prime informazioni ci sarebbero alcuni feriti, 4-5 secondo alcuni manifestanti, tra i quali una ragazza  colpita alla testa e soccorsa dal 118.

Roccella zittita da contestatori pro aborto: "C'è chi evoca il Fascismo, ma questa è censura"

Gli scontri

Il corteo di Roma era partito da piazzale degli Eroi per raggiungere l'Auditorium in via della Conciliazione, sotto lo slogan di "un'altra educazione". "Gridiamo per tutte le donne che più non hanno voce" hanno scandito i manifestanti. Tra loro alcuni collettivi degli studenti delle superiori, oltre alle realtà dell'assemblea transfemminista Aracne e del Coordinamento collettivi Sapienza. 

"Gravissimo a Roma. La polizia carica con violenza il corteo di studenti e studentesse contro gli Stati Generali della Natalità, a cui oggi partecipa Valditara", accusa il collettivo studentesco Osa. "L'ipocrisia di questo governo reazionario, che parla di natalità mentre semina morte, oppressione e precarietà, è infame. Ecco il vero volto del Governo Meloni: repressione e manganelli, i veri intolleranti e censuratori siete voi. Noi non ci fermeremo, il 1 giugno saremo in piazza per la manifestazione nazionale contro questo governo, per cacciarlo via".

Collettivo Osa su Instagram

Papa Francesco, davvero paragonare armi e contraccettivi ci aiuterà a fare più figli?

La giornata si è aperta con l'intervento di Papa Francesco, che ha parlato di "inverno demografico" spronando i governi ad attuare "serie ed efficaci scelte in favore della famiglia", come quella di porre una donna nella condizione di non dover scegliere tra lavoro e cura dei figli.

Articolo in aggiornamento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Feriti durante gli scontri studenti-polizia al corteo contro gli Stati generali della Natalità

Today è in caricamento