rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
La cronaca / Trieste

I "no green pass" non si arrendono: guerriglia vicino al porto di Trieste, tensione alle stelle (video)

Lancio di oggetti e bottiglie contro la polizia che ha risposto con gli idranti

Continuano i disordini al porto di Trieste dove i manifestanti non mollano e continuano a lanciare oggetti e bottiglie contro le forze dell'ordine. Alcuni cassonetti sono stati ribaltati mentre la polizia è intervenuta con gli idranti. La tensione resta alta nella zona di Campi Elisi, scrive TriestePrima. La Polizia  nel pomeriggio ha arrestato un manifestante. Intorno alle 17 un gruppo di manifestanti ha iniziato un lancio di fumogeni e bottiglie di vetro contro il blocco della Polizia in via del Lloyd. I manifestanti hanno bloccato via a Locchi, via Tonello e viale Campi Elisi con dei cassonetti.

I disordini proseguono davanti al varco IV del Molo VII. Alcune decine di manifestanti stanno continuando a bloccare la strada. Sono stati lanciati dei lacrimogeni. La Polizia è intervenuta con gli idranti con l’intento di sgomberare la strada ma i No Green Pass non abbandonano la posizione.

La ricostruzione della questura di Trieste

La questura di Trieste sottolinea che l'intervento di oggi, attuato a seguito delle decisioni prese in comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, e riguardante lo sgombero di un'area demaniale del Porto di Trieste, ha avuto la durata di circa due ore e mezza, durante le quali gli operatori di Polizia e la locale digos hanno messo in campo ogni possibile forma di mediazione con i manifestanti, dovendo alla fine procedere all'utilizzo di idranti e lacrimogeni per disperderli, secondo un uso graduale dei mezzi di dissuasione. ''Tra l'altro - precisa la questura - non è stata effettuata alcuna carica né è stato fatto uso dello sfollagente''.

A Milano i no green pass protestano ancora

Alta tensione anche a Milano dove nel pomeriggio c'è stato un altro corteo contro il green pass in solidarietà ai portuali di Trieste. 

Radunatisi, come di consueto, in piazza Fontana intorno alle 17, circa 300 no green pass, alle 18.30, si sono poi diretti verso il comando della polizia locale di Milano in via Beccaria. Una parte del serpentone ha poi impegnato via Borgogna, dove il traffico sarebbe stato parzialmente bloccato.

Nel frattempo le forze dell'ordine hanno formato blocchi a protezione di tutti gli obiettivi considerati 'sensibili' nel centro cittadino. Visto che il percorso è sconosciuto alla questura, il corteo viene costantemente monitorato. In base a quanto riferito dalla locale, 'i nemici della certificazione verde' verso le 19 si starebbero dirigendo verso corso Monforte, sede della Prefettura.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I "no green pass" non si arrendono: guerriglia vicino al porto di Trieste, tensione alle stelle (video)

Today è in caricamento