rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Istruzione

La grande fuga dalla scuola: al sud sempre meno iscritti

Italia a due velocità: crescono gli studenti al nord, crollano nel meridione: in 5 anni persi 95mila alunni. In Calabria, Molise e Basilicata il calo più preoccupante

Da un lato il Sud, con 150mila iscritti in meno in 5 anni. Dall'altro il nord, dove il numero degli alunni è aumentato di 200mila unità. L'analisi del ministero dell'Istruzione dimostra come anche sul fronte scuola l'Italia è sempre più un paese a 'due velocità'.

Se in Lombardia o in Emilia Romagna il numero degli iscritti aumenta di anno in anno, al Sud negli ultimi 5 anni si sono registrati 150mila iscrizioni in meno e si sono persi per strada 95mila alunni che hanno lasciato gli studi.

Il che significa una riduzione del numero totale degli studenti del 4,8%, con la scuola primaria a preoccupare maggiormente, visto che il saldo negativo è di oltre 41 mila iscritti (-5,8%).

Molise, Basilicata e Calabria rappresentano i casi peggiori, con riduzioni che si attestano tra il 7% ed il 9% mentre negli istituti superiori la flessione ha addirittura superato il 10%.

Desolante il resoconto delle Isole, dove dal 2007/08 ad oggi mancano all'appello 53mila alunni (-5,9%).

Secondo l'Anief, associazione sindacale professionale, si tratta di "dati inequivocabili, che non possono in alcun modo far giungere a conclusioni positive e rassicuranti. Prima di tutto perché, nonostante siano passati più di 150 anni dall'Unità d'Italia, ancora rimane irrisolto il problema del troppo diverso sviluppo delle aree del Paese".

Ma a cosa si deve questa netta discrepanza? L'ufficio studi dell'Anief ritiene che non possa essere ininfluente il fenomeno della forte riduzione del tasso demografico. A cui si aggiunge quello dei flussi migratori. Entrambi, di sicuro, penalizzano il Meridione. Ma c'è dell'altro: "Assieme a certi andamenti, che potremmo definire 'fisiologici', si deve registrare il colpevole fenomeno dei mancati investimenti da parte dello Stato, della scarsità delle idee e delle risorse messe a disposizione dal Governo centrale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La grande fuga dalla scuola: al sud sempre meno iscritti

Today è in caricamento